top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Allegri commenta la sua battuta in vista di Lecce-Juventus: "è una semplice battuta, inseguiamo la Champions"

GUARDIE E LADRI

Il ct bianconero commenta la sfida del Via Del Mare e anche la sua battuta sull'Inter: "In una settimana si può rovinare una stagione"

📍LECCE

L'ANALISI Di Gianluca Scanu



Weekend in cui bisogna approfittarne, cara Juventus. L'Inter salta il turno di campionato in quanto impegnata a Rihad per la Supercoppa, e questo weekend i bianconeri hanno la ghiotta possibilità di svoltare il campionato salendo in vetta, considerando che i nerazzurri hanno anche una partita in meno. Primo test, contro un Lecce ancora una volta outsider, spesso difficile da affrontare per le big (l'Inter e il Milan ne sanno qualcosa), in cui i bianconeri ci arrivano dopo il tormentone delle guardie e ladri inventato da Allegri in settimana. "Giocare al Via del Mare è sempre difficile e il Lecce è una buona squadra" - ha commentato il ct livornese - "Noi vogliamo i punti per tornare in Champions"


Guardie, ladri e paraocchi. "È stata solo una battuta in cui ho usato una metafora di un gioco fatto da bambini - risponde Acciughina alle critiche emerse da questa similitudine fatta proprio all'Inter capolista - per una settimana si è discusso e vi ho fatto divertire, ma era solo una battuta". Un'altra battuta, invece, l'ha fatta Filippo Tortu, ex campione del mondo della velocità (oltre che recordman), che consiglia alla Vecchia Signora di correre coi paraocchi. Allegri gli risponde così: "Ci sono cavalli che hanno bisogno di paraocchi e altri no. Non so ancora com'è la mia Juve. L'altro giorno mi è piaciuta la serenità con cui ha giocato la squadra, ma quello che è stato fatto fino ad oggi non conta niente, conta quello che faremo a Lecce. Nel calcio si vive di risultati e in una settimana si può rovinare una stagione. Non cadiamo in presunzione o troppa euforia".


DA DEL PIERO AL CLASSE 2005. Kenan Yildiz, 18 anni, esulta alla Pinturicchio dopo il gol alla Salernitana che lo ha consacrato come baby attaccante del momento (GETTY)


Gli attaccanti. Primo pensiero, al pilastro cresciuto in casa Juve, che ha esordito a 16 anni in Serie A con la maglia bianconera, ovvero Moise Kean: "Sta meglio e mi interessa come sta fisicamente. Sul fatto che sia in uscita o meno si è già espresso il ds Giuntoli e al mercato ci pensano loro". Quindi qualche segnale di crescita di Vlahovic, "molto in campo ma soprattutto nel modo in cui affronta le partite, è più sereno ed è stato un passo verso la completa maturità", e sulla possibilità di valorizzare il talento Yildiz: "Davanti sono in tre per due posti. Milik sta molto bene e ci saranno partite importanti, ma indipendentemente da chi gioca chi fa la differenza è chi viene in panchina perché quando entrano devono dare un aiuto importante."

 

Occhi puntati su...

GESTIONE DEGLI ESTERNI

Importante capire la collocazione giusta di Cambiaso, il quale può presidiare sia la fascia destra, sia la posizione di mezzala

LECCE DIFENSIVO

Creazione e difesa arroccata da parte dei giallorossi, i quali li hanno portati a 4 risultati utili di fila

 

Obiettivi. Si potrà mai parlare di scudetto, ora, in casa Juve? Forse sì, forse no, ma Allegri sceglie la via di mezzo: "Non si deve parlare di niente. Dobbiamo vincere a Lecce che non è mai semplice, poi l'obiettivo numero uno è non prendere gol fuori casa visto che nelle ultime quattro trasferte lo abbiamo sempre preso. Noi cerchiamo punti per arrivare in Champions che resta il nostro obiettivo". Se il ct livornese dribbla il discorso scudetto, figuriamoci quello fuga: "Parlare della vetta della classifica non mi piace, almeno prima giochiamo la partita. L'Inter sta facendo cose importanti e straordinarie, poi sono favoriti per lo scudetto. Noi vogliamo fare il prima possibile i punti per la Champions".


 

Così in campo

LECCE, ore 20:45 Stadio: Ettore Giardiniero TV: Zona DAZN, DAZN

Internet: tribunasprint.it (analisi, post partita, pagelle, commento tecnico)


Le formazioni saranno pubblicate nel corso della serata


Arbitraggio: principale Doveri, assistenti Berti-Ricci, IV Uomo Perenzoni, VAR Valeri, AVAR Abisso

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page