top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

ATP Halle, Sinner in finale! Battuto Zhang 6-4, 7-6(3), c'è Hurkacz oggi pomeriggio

Aggiornamento: 23 giu

Zhang dominato anche con la stanchezza: lò'altoatesino, dopo la sudata vittoria con Struff, vince anche contro il cinese, stasera la prima storica finale in erba

JANNIK SINNER 2

ZHANG ZHIZHEN0

Primo set: 6-4

Secondo set: 7(7)-6(3)


HALLE

a cura di Gianluca Scanu



La fertile erba di Halle ci ha regalato una certezza: nessun avversario al mondo, nemmeno la stanchezza, può fermare Sinner. Su altre superfici staremmo parlando di un'altra storia, sull'erba arriva la prima finale in carriera di Sinner sull’erba, quarta in questa stagione, conquistata con il sudore e la stanchezza. Con Zhang è stato un duello di energia, cinismo e freddezza, e sul piano delle energie il cinese sarebbe stato favorito. Al numero 1 al mondo son state decisive la determinazione e la concentrazione implacabile nei momenti decisivi. Così l'altoatesino ha avuto la meglio al secondo tiebreak sul cinese che, dal canto suo, ha mostrato un servizio impeccabile, ma contro il cinismo dell’altoatesino, all'ultimo game del tiebreak, si è dovuto arrendere. La vittoria significa, per Sinner, prima storica finale in Germania, dove troverà contro l’amico Hubert Hurkacz.


Gara alla Pari. Reduce dei successi contro Medvedev ed Eubanks, il cinese nel primo set mantiene il controllo del match. Un primo set punto a punto, grazie al rendimento al servizio del cinese con percentuali di punti molto simili all’entrata della prima (80% Zhang-89% Sinner). Un controllo alla battuta da parte di entrambi, poche concessioni, e soprattutto via della fuga nel momento di difficoltà. Il momento decisivo è al nono gioco, quando Sinner, dopo aver subito due rimonte dal 30-15, sfrutta l'unica palla break del set grazie al doppio fallo di Zhang, la mette a segno e si porta avanti 1 set a 0.

 

La partita ai raggi X

JANNIK SINNER

Ace: 8

Doppi falli: 1

% primo servizio: 65 (81% punti vinti, 64% punti vinti sul secondo servizio)

Break point: 1/1 (1 tie break)

Punti vinti: 75 (26 in risposta, 5 di fila, 49 al servizio)

Giochi vinti: 13 (3 di fila, 11 al servizio)

ZHANG ZHIZHEN

Ace: 9

Doppi falli: 2

% primo servizio: 67 (80% punti vinti, 36% punti vinti sul secondo servizio)

Break point: 0/1 (0 tie break)

Punti vinti: 64 (17 in risposta, 1 di fila, 47 al servizio)

Giochi vinti: 10 (1 di fila, 10 al servizio)

 

Sinner Instancabile. Comprensibilmente, tuttavia, nel secondo set si palesa il fattore stanchezza. Il nostro tennista ne è quello più colpito, Zhang è più lucido e mette maggior velocità al colpo. Sinner nei suoi turni soffre, ma non molla: nonostante la fatica, la sua attenzione durante le fasi calde del match è alta, giocando con grande determinazione nel momento del gioco emblematico. Accade nel quarto, nell'ottavo e nel dodicesimo, soprattutto nel dodicesimo, quando con un doppio fallo clamoroso rischia di offrire un set point al cinese, rimediando nei tre punti. Addirittura, sul 40-40 uno starnuto lo distrae, non riesce a placare le risate. Poi, concentrazione, ace e una volata fino al tie break. Lì, l'altoatesino è freddo, non sbaglia nulla, e i troppi falli son fatali al cinese. Appuntamento dunque alla finale contro Hurkacz.

1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page