top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Calciopoli, ora è finita! Il Consiglio di Stato scrive la parola fine al ricorso della Juventus

#ILCASO

Il Consiglio di Stato esprime la decisione nel primo pomeriggio: lo scudetto pre-Berlino è dell'Inter, ai bianconeri bocciato il ricorso


ROMA

Di Gianluca Scanu



Juve, così dice la legge. Ufficialmente respinto l'ennesimo ricorso dei bianconeri contro Calciopoli, che nel 2006 revocò lo scudetto alla Juventus (il 29°) e lo assegnò all'Inter su decisione dell'allora commissario FIGC Guido Rossi.

Nemmeno il Consiglio di Stato ha aiutato i bianconeri, anzi, pare che sia stata scritta la parola "fine" su una storia fatta di opposizioni legali da parte dei sabaudi, durata 17 anni.

Nel primo pomeriggio, riferisce l'ANSA, il Consiglio di Stato respinge il triplice ricorso presentato dai bianconeri, contro FIGC, Inter e CONI, i quali si sono costituiti parte civile, sancendo così il numero di scudetti delle duellanti del nostro campionato: 36 alla Juventus, 19 all'Inter. Definitivamente.


Stessa storia. 41 ricorsi presentati, dall'annus horribilus ad oggi, ma la risposta che ha ricevuto la Juventus è sempre stata la stessa: ricorso respinto.

Su tutti, ne spiccano quattro ad oggi: già nel 2010, anno in cui spuntarono nuove intercettazioni su telefonate di Facchetti agli arbitri nel biennio 2004-2006 (cosa già dichiarata, peraltro, da Bergamo nel settembre 2006), la Vecchia Signora ne approfittò per cercare di riottenere i due scudetti revocati, ma il caso andò in prescrizione per mano del Consiglio FIGC l'anno dopo, dicendo quindi no all'istanza di revoca in autotutela presentata dai bianconeri.

Più recentemente, precisamente nel febbraio 2020, il Collegio di Garanzia aveva giudicato inammissibile il ricorso dei sabaudi, così come fece il TAR del Lazio l'anno scorso, quindi arriviamo ad oggi, con la storia definitivamente conclusa per decisione del Consiglio di Stato.

L'unica cosa che non finirà, come accade ormai da 17 anni, sono le polemiche tra tifosi juventini e interisti. E nemmeno una decisione del Consiglio di Stato potrà fermarle.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page