top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Col Bologna non si passa! Ferguson lo insegna alla Lazio, eurogol che vale il sogno Europa

BOLOGNA INARRESTABILE

Una zampata dello scozzese condanna i biancocelesti: 10^ partita da imbattuti di fila per i felsinei, 4° stop per una big contro i rossoblù di Thiago Motta, che ora assaporano l'Europa




BOLOGNA 1

LAZIO 0

1T: 0-0
Gol: 1' st Ferguson (BOL)
 

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Posch, Beukema, Calafiori, Lykogiannis (dal 36' st Kristiansen); Freuler, Aebischer (dal 28' st Moro); Orsolini, Ferguson, Saelemaekers (dal 36' st Ndoye); Zirkzee (dal 45+3' st Fabbian).

PANCHINA: Bagnolini, Ravaglia, Bonifazi, Corazza, Lucumì, Urbanski, Karlsson, Van Hooijdonks

CT: Thiago Motta.

AMMONITI: Ferguson per fallo, Beukema per fallo

ESPULSI: nessuno

CAMBI DI SISTEMA: nessuno

 

LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari, Patric, Romagnoli, Marusic (dal 3' st Pellegrini Lu.); Guendouzi (dal 36' st Kamada), Rovella, Luis Alberto (dal 36' st Isaksen); Felipe Anderson (dal 36' st Isaksen), Castellanos (dal 12' st Immobile), Pedro (dal 12' st Zaccagni).

PANCHINA: Sepe, Mandas, Gila, Hysaj, Pellegrini, Basic, Vecino, Cataldi

CT: Sarri

AMMONITI: Pedro per fallo, Romagnoli per proteste, Luis Alberto per fallo, Zaccagni per fallo, Isaksen per simulazione

ESPULSI: nessuno

CAMBI DI SISTEMA: dal 31' st 3-4-1-2

 

Arbitraggio: principale La Penna, assistenti Rossi-Moro, IV Uomo Ghersini, VAR Serra, AVAR Di Vuolo

Note: spettatori 24.178, incasso 493.235€; cielo nuvoloso, terreno in discutibili condizioni; tiri 6-11, falli 12-8, calci d'angolo 2-6, fuorigioco 0-0, recupero 3' pt, 5' st


📍BOLOGNA

L'ANALISI Di Gianluca Scanu


Bologna, direzione Europa. Lo scontro diretto con la Lazio, vinto di misura, dà parecchie conferme: in primis che i felsinei non hanno paura delle big, e che l'Europa, se ci si crede, è possibile. I ragazzi di Thiago Motta hanno ormai dimenticato l'esordio horror contro il Milan di Pioli, e mettono in cassaforte l'undicesimo risultato utile consecutivo.

Dopo aver fermato Inter, Juve e Napoli, i felsinei ora si abbattono di misura su una Lazio troppo in chiaroscuro, e che fornisce la certezza che la qualificazione all'Europa, per quest'anno, forse è meglio lasciar perdere.

Anche se non ci sta al risultato, come dimostra la rissa finale per un fallo su Isaksen, che pure reagisce e si becca giallo, ma non c'è niente da fare: vince il Bologna, che con le big ormai sa come comportarsi. La Fiorentina è avvertita.


Turnover Lazio. Dopo la vittoria sulla Fiorentina, Sarri opta per qualche turnover: Zaccagni e Immobile restano in panchina, spazio a Pedro e Castellanos in attacco. Ciò per dare intensità all'attacco, stante una difesa confermata dopo domenica scorsa, e un centrocampo che presenta come unica novità Guendouzi in luogo di Vecino.

Rispetto al Verona, Thiago Motta cambia solo lo schema, da 3-4-2-1 al 4-2-3-1, in cui torna Aebischer a centrocampo, Beukema passa stabilmente centrale di difesa con Calafiori, mentre Zirkzee è confermato davanti al tridente Orsolini-Ferguson-Saelemaekers.

La manovra offensiva Lazio funziona, all'inizio, tanto che Castellanos va vicino al gol del vantaggio al 5': cross di Felipe Anderson da sinistra, zuccata potente, traversa per poco.

Sarà per la sfortuna o per lo stop deciso da La Penna per una spinta di carica su Beukema? Può darsi, ma il Bologna va ancora vicino a subire il gol nel giro di 15': prima Romagnoli di testa, poi di collo piede Castellanos, infine Luis Alberto dalla bandierina, che manca l'eurogol per un palo.Tutte occasioni che impensieriscono il Bologna, ma non troppo. E saranno di rimpianto.

 

▶️Vedi anche

LE PAGELLE

LE STATISTICHE

Sarri: "Incassato rete in maniera banale"

 

Prova e riprova. I felsinei, infatti, reagiscono e vanno vicino al gol al 39', quando Posch inventa un bellissimo cross su cui Zirkzee, di fronte, manda alto di un centimetro. La Lazio ora va in confusione, lascia spazi interessanti al Bologna, che perl non trova il colpo decisivo per pungere i biancocelesti.

Almeno fino a inizio ripresa: nessun cambio, Saelemaekers affonda come sa fare, Ferguson scoglie tutto solo e indisturbato dentro l'area e con un diagonale a effetto sul secondo palo spiazza Provedel per l'1-0.

Sarri non la prende certo bene, anz, s'infuria e prova a cambiare schema e coppia d'attacco: fuori i pessimi Castellanos (che inizia a sentire difficoltà con questa maglia) e Pedro, dentro Immobile e Zaccagni, difesa che diventa a 3 per un centrocampo a 4, con Anderson che agisce dietro agli azzurri.


Felsinei lanciati. Prima di uscire, tuttavia, Castellanos regala qualche bella parola di protesta all'arbitro, per un dubbio contatto con Saelemaekers. Inutile, dato che l'ex Milan tocca solo il pallone, quanto elemento chiave per capire il solito nervosismo biancoceleste.

Nervosismo che si accentua quando Orsolini sale in cattedra e inizia a creare occasioni a nastro: su tutte, al 20', si procura una punizione per uno sgambetto ingenuo di Luis Alberto a 1 centimetro dall'area (con la Lazio che, oltre a sfiorare di un filino il rigore, vede pure ammonito il difensore argentino). Di potenza, il 7 felsineo cerca la botta su palo di Provedel, ma trova la barriera Lazio a ostacolargli la strada.

Se non ci fosse Provedel, poi, il Bologna potrebbe trovare il 2-0 anche al 41', quando Ndoye fa uno slalom e dal vertice destro dell'area prova a giro, ma fortunatamente per l'ex Spezia debolmente.

Da qui in poi un'emozione prima del finale, negativa però: Isaksen pare esser toccato da un difensore felsineo in contropiede, prova ad approfittarne "cadendo" a terra, La Penna non se la beve e lo ammonisce. I biancocelesti mettono le mani addosso al Bologna, si crea una rissa, ma per fortuna il direttore di gara separa tutto e sancisce la 3^ vittoria in casa dei felsinei.

 

PRIMO TEMPO

5' FALLO LAZIO

Cross di Felipe Anderson, colpo di testa di Castellanos, pallone sulla traversa. La Penna però ferma tutto per fallo di carica dell'argentino

9' DI TESTA ROMAGNOLI

Altro cross di Anderson, schiaccia Romagnoli, para Skorupski

11' DOPPIA OCCASIONE LAZIO

Corner per i biancocelesti: da esso, palo di Luis Alberto, mischia su cui la spunta Castellanos, che però spara alle stelle

39' REAGISCE IL BOLOGNA

Cross da destra di Posch, frontata di Zirkzee, pallone alto

SECONDO TEMPO

1' BOLOGNA IN VANTAGGIO, GOL FERGUSON

Lancio di Saelemaekers, tocco di Zirkzee, Ferguson tutto solo spiazza con un diagonale ad effetto sul primo palo Provedel per l'1-0

20' PUNIZIONE PER IL BOLOGNA

Sgambetto di Luis Alberto a un centimetro dall'area su Orsolini lanciato in contropiede, dalla punizione il 7, di potenza, è fermato dalla barriera

41' OCCASIONE PER NDOYE

Rientro sul vertice destro del numero 11, sinistro a giro, debole, Provedel respinge

45+5' RISSA IN CAMPO

Isaksen simula per un presunto contatto, La Penna lo ammonisce, i laziali intanto si scagliano contro i giocatori del Bologna
6 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page