top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Come a Tokyo, doppietta Jacobs-Tamberi: oro di Gimbo nell'alto, 2.30 la misura



Straordinaria impresa di Gimbo, dopo Tokyo 2020: oro agli europei con il salto di 2.30, nonché seconda vittoria continentale dopo Amsterdam 2016


MONACO


Come a Tokyo, così a Monaco, Tamberi non si smentisce. Oro nel salto in alto, dopo Jacobs anche Gimbo si laurea campione d'Europa, esattamente come l'anno scorso. Una prestazione da gigante, che prosegue un percorso vincente iniziato alle Olimpiadi, con una misura di 2.30 nel suo miglior salto, in condizioni meteorologiche avverse che, tuttavia, contro la grinta del Gimbo, non hanno avuto la possibilità di scalfire una serata storica.


Pazza serata

Morale altissimo. Ecco quello che è servito a Tamberi per vincere una gara e smaltire la delusione di Eugene. Con un salto di 2.30, battuti in un colpo il tedesco Potye e l'ucraino Protsenko, ma la serata magica di Gimbo non finisce qui.

Dedica alla Bontempi futura moglie, poi ancora qualche tentativo di alzare l'asticella a 2.32-2.33, con tanto di "Bello impossibile" in sottofondo, non riuscito, ma poco importa. 48 ore dopo la vittoria di Jacobs, Gimbo si laurea campione d'Europa, esattamente come a Tokyo 2020.


Il salto decisivo Il 2.30 che consacra Tamberi sul tetto d'Europa (GettyImages)


Curiosità

Possiamo vantare, inoltre, che il nostro Gimbo è il primo italiano a conquistare due titoli continentali nel salto in alto. Ancor più storica la sua notte, nessun nostro atleta era mai riuscito in un'impresa simile. A condire il tutto è la succitata dedica alla futura moglie, con cui ha annunciato un imminente matrimonio. "Dopo quello che ho passato, sto esplodendo di gioia. È stato un anno difficile, ma dentro di me trovo qualche tipo di forza che mi aiuta a superare gli ostacoli. Lo stadio era magico, i migliori salti li ho fatti con questa maglia che mi dà tantissima energia.", il commento a Rai Sport.




5 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page