top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Di generazione in generazione: Francesco Sardara si mostra orgoglioso del loro lavoro estivo

ESCLUSIVO

Francesco, il figlio, si mostra entusiasta: "Per me è un orgoglio presentare a casa nostra le tre squadre della Dinamo, nonché di farvi reicontrare persone che non sono mai uscite da questo universo"


Francesco Sardara, 29 anni, in azione durante un allenamento (LaPresse)

SASSARI

Di Gianluca Scanu



Di generazione in generazione, abbiamo intitolato, perché è così: la famiglia Sardara si è mostrata in successione, ieri sera, da padre a figlio. La proprietà di Sirbo, in occasione della serata omaggio al suo ex capitano, ha parlato mostrando grande entusiasmo e grande orgoglio nel presentare le tre formazioni maggiori dei biancoblù, con padre Stefano che scherza su Diener e si dichara fiducioso nell'aver fornito un messaggio al pubblico tramite questa festa, e il figlio che si mostra soddisfatto di aver accompagnato la squadra a portare i suoi valori in giro per il mondo.


Creature. Prima di tutto, come uno scultore che presenta la sua opera a un museo, il giovane ds decanta i tre roster all'inizio della festa: "È un orgoglio presentarvi nella nostra casa le tre squadre della Dinamo. Siamo felici anche di farvi rincontrare delle persone che non sono mai uscite dal mondo Dinamo, come i giocatori che affiancheranno Devecchi durante il match. Quando si entra a far parte di questo Universo, si rimane dei biancoblù per sempre.".


Crescita. L'aspetto positivo più importante, però, a sua detta è la crescita della squadra, maturata in 13 anni, in particolare nei settori meno considerati, quelli femminile e LAB (carrozzina): "Ormai da anni abbiamo dimostrato di crescere tanto, la Women nell’ultima stagione hanno raggiunto risultati grandissimi, la Lab ormai ci sta facendo vivere ogni anno dei sogni. Li ringraziamo per i valori che portano in giro per il mondo"

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page