top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Europei di calcio ad alta quota, sorteggiati i gironi! Svelato il programma, siamo nel girone B





Mondiali che si disputeranno dal 20 al 23 giugno 2024 a Macugnaga: noi da campioni del mondo debuttiamo il primo giorno alle 19 contro la Svezia, che è nel nostro girone (B) assieme a Svizzera e Francia. Inghilterra, Olanda, Austria e Germania nel girone A

La rappresentativa Bergdorf al completo (GETTY)

📍MACUGNAGA

Di Gianluca Scanu (inviato)



Segnatevi questa data: giovedì 20 giugno 2024. Il sorteggio di sabato ha dato la sua sentenza, alle 16 a Macugnaga sarà Austria-Germania ad aprire, mentre noi italiani saremo nel girone B con Svezia, Svizzera e Francia. Sabato scorso è andato in scena il sorteggio che dal 2008 precede i campionati europei e mondiali di calcio montano. A presiederlo ancora una volta l'ideatore Aldo Noce, assieme al presidente della Provincia del Vco Alessandro Lana e al certificatore del sorteggio Fabian Furrer, presidente del Bergdorf.

Ma vediamo un po' le sorti che ci ha riservato l'estrazione.


Svolgimento e gironi. Due saranno i gironi, divisi ognuno per 4 su 8 squadre partecipanti. Nel girone A con Austria e Germania ci sono Inghilterra e Olanda, mentre nel B ci siamo noi, che debuttiamo alle 19 contro la Svezia, la quale ci fa compagnia nel girone con Svizzera e Francia. Sarà un evento tutto italiano, per la prima volta nella storia, e avrà i seguenti orari: il 20 giugno alle 16 Austria-Germania, segue un'ora dopo Francia-Svizzera, quindi Inghilterra-Olanda e alle 19 noi ospitati dalla Svezia. Il resto nei giorni successivi, fino alla finale che decreterà ovviamente il vincitore.


Proclami. Applausi e grande soddisfazione da parte del sindaco di Vanzon Claudio Sonzogni: "“Pochi giorni fa abbiamo presentato la Meht (Monte Rosa Est Himalayan Trail) che si svolgerà la settimana successiva all’Europeo, ciò significa che se ci organizziamo siamo in

grado di costruire momenti di unione e una proposta turistico e sportiva di un valore enorme. In questo caso ci

sono otto nazioni, la montagna non è più l’elemento di divisione che si immaginava in passato, le nostre frontiere devono diventare un mezzo per unire, mettendo in relazione culture, modi di essere e di vivere”.

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page