top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

F1 Cina, indovinate chi ha vinto? Verstappen resiste agli assalti di Norris, Ferrari quarto e quinto posto

#FORMULA1 GP CINA

Norris ci prova, ma l'olandese è superiore. Leclerc e Sainz pagano le difficoltà con le gomme

SHANGAI

Di Gianluca Scanu



Non si può dire che Max Verstappen non stia facendo la storia, personale e generale, della F1: il tri-campione del mondo fa sua anche la tappa cinese, per la prima volta nella sua carriera, chiudendo il weekend con una doppietta personale, resistendo agli attacchi di un insolito Lando Norris alla guida della McLaren oltre che del compagno Sergio Perez. Fuori dal podio le Ferrari, con Charles Leclerc che giunge quarto davanti a un Sainz che fatica parecchio, rischiando pure di perdere il quinto posto se non si fosse difeso dalle mire di George Russell, complici stavolta problemi alle gomme slick nel finale di circuito.


Strapotenza Max. Un fine settimana perfetto per l'olandese, a cui il circuito cinese non fa paura: doppietta in una gara facile, con la sua RB20 che vola tra le curve di Shangai, confermando la sua strapotenza e anche quella della vettura. Un volo spedito, quello dell'olandese, che affronta senza patemi le bacheche di Milton Keynes, inseguito (si fa per dire, ndr) da Lando Norris che in una domenica fenomenale, quanto sorprendente, per lui sfiora un colpaccio, con la consolazione di aver detto la sua nel mondiale "degli altri".

 

Esploriamo

TROPPO STRESS

Il campione iridato contro la Sprint: "Basta, se le aumentano sarà come spararsi sui piedi da soli"

PARLA HORNER

Il team principal della Mercedes attacca Wolff: "Non pensi a Max, ma alla sua Mercedes"

L'ERRORE FERRARI

La gara delle rosse è complicata, oltre che dai difetti della vettura, anche dalla lotta a inizio gara tra i due piloti. Vasseur: "Miglioreremo più degli altri"

 


Gli inseguitori. L'auto color papaya del britannico, infatti, un po' sorprendentemente non ha timore reverenziale (così come chi la guida) nei confronti dell'olandese. Lando infatti tenta di attaccare più volte l'olandese per sfiorare il colpaccio, ma pur dovendosi arrendere alla fine, porta a casa un secondo posto che vale la vittoria, data la prestazione, culmine di un weekend perfetto che fornisce segnali positivi in scuderia McLaren. Sorride anche il gregario della RedBull Perez, che continua a farsi notare con un terzo posto proprio dietro a Norris, confermandosi secondo della classe davanti alle nostre auto, pilotate con difficoltà da Leclerc e Sainz.


Weekend perfetto. Max Verstappen, 26 anni, esulta al termine della gara (GETTY)


Le Rosse arrancano. I nostri piloti, infatti, colgono un'altro weekend di rimpianti e delusione, terminando rispettivamente in quarta e quinta posizione. Entrambi i piloti hanno avuto una partenza non ottimale e hanno perso tempo prezioso dietro vetture più lente. Più delusione per il polacco, il quale sembrava poter contenere l'iberico della Redbull nella lotta al terzo posto. Non è stato così: le gomme slick non hanno tenuto come dovevano fino al traguardo, col piano D che sembrava non funzionare. Stessi problemi anche per Sainz, che è riuscito a malapena a difendersi da Russell, confermando il quinto posto finale e la tesi che le SF-24 sembrano richiedere sviluppi significativi in vista del Gran Premio previsto a Miami, con altresì la necessità di introdurre miglioramenti per rimanere competitiva. Entrano tra le prime 10, comunque, anche Alonso, Piastri (terzo in pole position) e un Hamilton autore di un'autentica remuntada giro dopo giro, partendo 18° e chiudendo davanti alla Haas di Hulkenberg. Nella parte destra della classifica Ocon, Albon, Gasly, il padrone di casa Zhou, Magnussen, Stroll e Sargeant.

 

La classifica

1. MAX VERSTAPPEN 1:40'52.554 25 pts

2. LANDO NORRIS +13.773 sec 18 pts

3. SERGIO PEREZ +19.160 sec 15 pts

4. CHARLES LECERC +23.623 sec 12 pts

5. CARLOS SAINZ JR +33.983 sec 10 pts

6. GEORGE RUSSELL +38.724 sec 8 pts

7. FERNANDO ALONSO +43.414 sec 7 pts

8. ORLANDO PIASTRI +56.198 sec 4 pts

9. LEWIS HAMILTON +57.986 sec 2 pts

10. NIKOLA HULKENBERG +60.476 sec 1 pt

11. ESTEBAN OCON

12. ALEXANDER ALBON

13. PIERRE GASLY

14. GHOUANG ZHOU

15. LANCE STROLL

16. KYLE MAGNUSSEN

17. LOGAN SARGEANT

18. DANIEL RICCIARDO

19. YUKI TSUNODA

20. VALTTERI BOTTAS


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page