top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Funerali Berlusconi, il mondo politico e sportivo al Duomo per l'ultimo abbraccio

IL LUTTO

Celebrati al Duomo di Milano i funerali del 4 volte premier e più vincente presidente del Milan, nonché fondatore di Mediaset, leader di Forza Italia. Presente una larga rappresentanza del mondo dello sport (calcio in particolare), nonché di numerosi personaggi famosi di vari mondi

Dalla redazione

Di Gianluca Scanu



Grazie di tutto, Silvio. Parole che ripetiamo da 2 giorni, da quella mattina di lunedì 12 giugno, quando abbiamo saputo della morte del leader di Forza Italia, 4 volte presidente del Consiglio, presidente storico del Milan e fondatore di Mediaset, da ultimo presidente del Monza.

Oggi era previsto il funerale di Stato, e (ci si scusi il gioco di parole) così è stato.

Piazza Duomo stracolma di gente, per dare l'ultimo saluto al Cavaliere, tra partecipanti fedeli e personalità vip, di vari mondi, dalla politica alla televisione, passando per lo sport, in particolare per il calcio, sport di cui Berlusconi è stato appassionato, ma anche una delle figure di riferimento, avendo vinto, tra l'altro, 5 Champions League, risultando essere il presidente italiano più vincente, nonché il sesto in tutto il mondo.

Un abbraccio da parte di tutti, presenti e non, per uno dei più grandi uomini del nostro pianeta, prima di una leggenda dell'imprenditoria.


Da Arcore a Piazza Duomo. Per onorare Berlusconi, si è partiti dalla casa di famiglia, la Villa San Martino di Arcore. Presenti, nella storica magione, i parenti che hanno vissuto con lui gli ultimi fatali attimi della sua leggendaria vita, dai cinque figli Marina, Piersilvio, Barbara, Beatrice e Luigi, alla compagna Marta Fascina, passando per il fratello Paolo e, ovviamente, le forze dell'Ordine, cui spiccano sei carabinieri in alta uniforme, che hanno condotto il corteo dal comune dell'ex premier alla gremita piazza Duomo, ove ha fatto l'ingresso alle 14:55. Ad accoglierlo circa 15.000 persone, le quali hanno fatto partire un lungo applauso, prima dell'ingresso con i parenti e i Carabinieri accompagnato dal suono dell'organo, nel suo feretro con sopra rose bianche e rosse.


L'onoranza. Il feretro dove giace la salma, esposto al pubblico e sorvegliato dalla gendarmeria in occasione delle onoranze funebri (LaPresse)


L'omelia. E' l'arcivescovo Mario Delpini a celebrare la Santa Messa, davanti alla commozione dei presenti, in particolare del figlio Piersilvio che, prima di sedersi, ha abbracciato Maria De Filippi, prima di stringere per un istante la mano.

Nell'omelia, l'arcivescovo ha detto ai suoi fedeli che nella vita bisogna "vivere e non sottrarsi alle sfide, ai contrasti, agli insulti, alle critiche, e continuare a sorridere, a sfidare, a contrastare, a ridere degli insulti. Vivere e sentire le forze esaurirsi, vivere e soffrire il declino e continuare a sorridere, a provare, a tentare una via per vivere ancora".

Sulla carriera di Berlusconi, poi, non si è riservato, e lo ha decantato come "un uomo politico, è stato certo un uomo d'affari, è stato certo un personaggio alla ribalta della notorietà. Ma in questo momento di congedo e di preghiera, che cosa possiamo dire di Silvio Berlusconi? È stato un uomo: un desiderio di vita, un desiderio di amore, un desiderio di gioia. E ora celebriamo il mistero del compimento. Ecco che cosa posso dire di Silvio Berlusconi. È un uomo e ora incontra Dio", prima che nel Duomo calasse il silenzio.

 

Vedi anche

Il ricordo di Silvio Berlusconi da parte dei VIP: Stroppa lo rende immortale, Malagò e Cairo lo ringraziano per aver "anticipato il futuro"

(in attesa link)

 

Il ricordo dei VIP. Come abbiamo detto sopra, tanti i VIP presenti alle onoranze funebri. Dai volti televisivi quali Gerry Scotti, Paolo Bonolis, Maria De Filippi, Enrico Mentana, Marco Columbro, Alba Parietti, Pierluigi Pardo, Piero Chiambretti, Giulio Golia, Ezio Greggio e Iva Zanicchi, allo stesso amico storico e presidente di MFE Media for Europe Fedele Confalonieri; dai politici passati e presenti, come Maurizio Gasparri, Elli Schlein, Vittorio Sgarbi e la premier attuale Giorgia Meloni, a numerosi personaggi del settore in cui ha fatto la fortuna: lo sport.

Ovvia la presenza di Adriano Galliani, suo partner negli anni vittoriosi al Milan e nell'attuale proprietà del Monza, ma anche di numerosi giocatori e allenatori passati sotto la sua gestione, quali Capello, Boban, Albertini, Sacchi, Baresi, ma anche presidenti passati e presenti dello sport italiano, come Matarrese e Malagò, Lotito (Lazio), Cairo (Torino), Infantino (FIFA), i ct Stroppa e Allegri e l'intero CdA dell'Inter.

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page