top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Inter, a Bologna non si passa! Orsolini ringrazia D'Ambrosio e ferma i nerazzurri

Aggiornamento: 27 feb 2023

Nerazzurri irriconoscibili dopo il match contro il Porto: Barrow gela i nerazzurri dopo 9', il VAR salva i meneghini, l'imprecisione sbarra la strada alla reazione dei vicecampioni, finché D'Ambrosio regala pallone a Orsolini





BOLOGNA 1

INTERNAZIONALE 0

Primo tempo: 0-0
Gol: 30' st Orsolini (BOL)
 

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Cambiaso, Sosa, Lucumì, Posch; Dominguez, Schouten (dal 43' st Medel); Soriano (dal 38' st Kiriakopoulos), Ferguson (dal 38' st Moro), Orsolini (dal 42' st Aebischer); Barrow (dal 42' st Raimondo).

In panchina: Bardi, De Silvestri, Lykogiannis, Pyyhta, Ravaglia, Soumaoro.

Ct: Thiago Motta

Possesso palla: 48%

Cambi di sistema: dal 43' st 4-4-2

Baricentro: ALTO (62,1 m)

Ammoniti: Dominguez per fallo

Espulsi: nessuno

 

INTERNAZIONALE (3-5-2): Onana; Bastoni, De Vrij (dal 1' st Acerbi), Darmian; Brozovic (dal 38' st Carboni), Gosens, Dumfries (dal 23' st D'Ambrosio), Calhanoglu, Mkhitaryan (dal 18' st Barella); Lukaku (dal 19' st Dzeko), Martinez L..

In panchina: Asllani, Bellanova, Cordaz, Gagliardini, Handanovic, Zanotti.

Ct: Simone Inzaghi

Possesso palla: 52%

Cambi di sistema: dal 38' st 3-1-4-2

Baricentro: MEDIO (50,8 m)

Ammoniti: De Vrij per fallo, Dumfries per fallo

Espulsi: nessuno

 

Arbitraggio: principale Orsato, assistenti Colarossi-Capaldo, IV Uomo Perenzoni, VAR Marini, AVAR Muto

Note: 14-13, falli 7-14, calci d'angolo 1-6, fuorigioco 4-2, recupero 2' pt-5' st


BOLOGNA

L'ANALISI Di Gianluca Scanu



Non c'è niente da fare, il tabù Bologna colpisce ancora Inzaghi. A Bologna un'altra sconfitta, per il secondo anno consecutivo i nerazzurri cadono tra le torri emiliane, forse stanchi per l'impegno Champions, forse intimoriti ancora dalla superstizione che va avanti dall'anno scorso sul campo del Dall'Ara (in quanto sappiamo come andò a finire).

Settima sconfitta in campionato per i nerazzurri, contro un ottimo Bologna, che ha giocato a testa alta, non si è fatto certo sottomettere dalla pronosticata superiorità meneghina (che non c'è stata affatto). L'anno scorso furono una papera di Radu e un gol dell'ex Arnautovic a negare uno scudetto che a gennaio pareva già acquisito, questa volta è Orsolini a far sprofondare i nerazzurri a -18 dalla vetta e a far rischiare pure il secondo posto, oltre a confermare che per l'Inter Bologna è fatale.


Il VAR salva i nerazzurri. Dell'Inter vista con l'Udinese e Porto non c'è traccia: il Bologna domina i primi minuti, e già al 2' sfiora il gol con Orsolini, con una botta da pochi passi che costringe Onana a rinviare direttamente in fallo laterale. L'Inter prova a costruire dal basso, con De Vrij iniziatore di azioni, ma la difesa felsinea ha l'occhio di lince e neutralizza facilmente le idee nerazzurre. Se al 9' Schouten manca il gol nel duello aereo con Bastoni (il migliore di una non brillante difesa nerazzurra), al 13' arriva il vantaggio felsineo: diagonale di Ferguson, braccio di Darmian, sinistro di Barrow che batte nettamente Onana. Il portiere, tuttavia, era coperto nella visuale da Dominguez in offside. Tanto quanto basta perché il VAR, un minuto dopo, annulli il gol, si riparte dallo 0-0.


La zampata dell'orso. Riccardo Orsolini esulta dopo il gol-vittoria del match (LaPresse)


Un po' di equilibrio. L'Inter prova allora ad approfittarne, e dopo un'occasionissima di Soriano e Cambiaso al 17', con incrocio dei pali e Onana formato super, al 25' ecco la prima vera occasione nerazzurra: Lukaku dribbla Posch e crossa verso Lautaro, girata di destro, chiude la difesa rossoblù. Al 31' Lautaro serve Mkhitarian al limite dell'area, tiro di prima alto di poco, cui seguono due occasioni, di Calhanoglu e Lautaro dalla lunga distanza. Risponde ancora il Bologna, al 42', con un cross di Posch, duello Dumfries-Barrow che si conclude con tutti e due a terra. Al 44' incursione di Orsolini, 1-2 con Ferguson e sinistro da poco, pallone sul fondo. Dopo una punizione di Orsolini per fallo di De Vrij, sul fondo, finisce il primo tempo, sullo 0-0.


La moviola

Nel complesso, buona direzione da parte dell'arbitro Orsato di Schio, nonché dei suoi assistenti. L'episodio che fa più discutere sulla direzione dell'arbitro Orsato di Schio accade al 13' del primo tempo: diagonale di Ferguson, Darmian devia verso Barrow che spiazza Onana con un sinistro potentissimo e angolato. Sull'azione, Dominguez ostacola la visuale del portiere ex Ajax, peraltro è in fuorigioco confermato dopo l'osservazione VAR. Ma non era giusto annullare il gol: Dimarco tocca di braccio, se non viene dato rigore c'era almeno da applicare la norma del vantaggio e quindi convalidare il gol, scelta quindi giustamente discutibile. Un po' troppa grazia al 45', quando De Vrij viene solo ammonito per l'entrata su Ferguson (ci poteva stare l'espulsione), mentre giusti gli altri due cartellini comminati durante il match (a Dumfries al 18' del secondo tempo e Dominguez al 40'), così come valido il gol-vittoria di Orsolini. Infine, controllo di braccio evidente al 1' di recupero del secondo tempo di Barella, ben visto e giusto concedere punizione


Sprechi e mazzata. L'Inter prova a rinforzare una difesa vittima dell'ottima vena offensiva felsinea: fuori Acerbi, dentro De Vrij. Nessun cambio per il Bologna, che dopo aver rischiato due brividi con Calhanoglu e Darmian (finiti alle stelle per imprecisione), prova ancora a sigillare il meritato vantaggio: 7', Orsolini cerca ancora un Barrow assetato di gol, sponda per Soriano, anticipa Darmian. Al 12' Lucumì serve Gosens, cross per Lukaku, tiro centrale da ottima posizione, para Skorupski.

Via di cambi, per Inzaghi: dentro Dzeko, Barella e D'Ambrosio. Eccoci al minuto fatale: se l'anno scorso fu Radu a conficcare la spada della sconfitta alla sua squadra, questa volta è la bandiera a combinare il pasticcio decisivo, regalando il pallone a Schouten, il quale trova quell'Orsolini che, a tu per tu con Onana, lo spiazza al volo col mancino.


La partita ai raggi X

BOLOGNA Heatmap (dal sito Lega Serie A TIM)


Indice pericolosità: 56% Occasioni da gol: 12 Contrasti: 12 Palloni: 75 recuperati-13 persi Parate: 4 Distanza percorsa: 118 km Tiri in porta: 5 Tiri fuori: 6 Tiri respinti: 6 Pali: 1 INTERNAZIONALE Heatmap (dal sito Lega Serie A TIM)

Indice pericolosità: 62% Occasioni da gol: 12 Contrasti: 14 Palloni: 73 recuperati-7 persi Parate: 4 Distanza percorsa: 118 km Tiri in porta: 4 Tiri fuori: 6 Tiri respinti: 3 Pali: 0


Cambi e poco più. A questo punto non c'è più partita: le uniche cose che contano sono i cambi, e il Bologna li fa tutti in 5'. Dentro Moro, Kiriakopoulos, Aebischer e Medel; per l'Inter esordio per il primavera Carboni, al posto di un deludente Brozovic. Ma da lì al triplice fischio, a parte un corner guadagnato da Aebischer e un tiro di Gosens da fuori area, debole e facile preda di Skorupski, non c'è più niente da dire: il Bologna vince e si avvicina alla zona Europa, l'Inter sprofonda nella delusione e rabbia più totale e mette a rischio la corsa alla Champions. Con un gioco così, non poteva essere altrimenti.

 

PRIMO TEMPO

2' Orsolini in "l'aria che tira". Pressing offensivo, l'ex Juventus costringe Onana a rinviare a lato


4' Risposta Inter (?). Lancio di De Vrij, Posch liscia, Skorupski anticipa l'inserimento di Gosens


13' Annullato gol Barrow. Inserimento di Ferguson, pallonetto di sinistro, Darmian devia col braccio, Barrow intercetta e deposita in gol. Sull'azione c'è offside di Dominguez, il VAR annulla la rete, 0-0


17' Inter con i brividi. Botta di Cambiaso, respinge Onana, Soriano sul tap-in, di prima intenzione, colpisce l'incrocio dei pali


39' Per poco, Lautaro! Cross dalla trequarti di Bastoni, stacco di Lautaro di fronte, pallone di poco a sinistra del palo


45' Giallo di grazia. Ammonizione a De Vrij per un intervento in ritardo su Ferguson, ha rischiato l'espulsione l'ex Lazio


SECONDO TEMPO


2' Calha alle stelle! Cross da destra di Lukaku, Skorupski anticipato da Gosens, scavino per Calhanoglu che, a rimorchio, tira potente e male, in curva


12' Lucumì combina guai. Parabola sbagliata del difensore in area, Gosens crossa al centro per Lukaku, tiro centrale, Skorupski sventa la frittata



23' Il cambio suicida. Fuori Dumfries, dentro D'Ambrosio nell'Inter



30' BOLOGNA IN VANTAGGIO! GOLDEN GOL ORSOLINI! Pallone perso sanguinosamente da D'Ambrosio, Schouten intercetta e ringrazia, imbucata per Orsolini che, a tu per tu con Onana, lo spiazza al volo sotto la traversa


45+1' Reazione impossibile. Botta da fuori di Gosens, respinge coi pugni Skorupski







10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page