top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Italia a tutto medaglie, a Vichi! Raffica di premiazioni tra le 4 specialità, brilla nei 400 Cabizza




La freccia della Polisportiva Luna e Sole incanta nel "giro della morte" per gli II3, esaltazione da parte del ct Ficerai, oro anche per Dieng, le staffette, Zeni (record woman), i canottisti e Allesina; pigliatutto (eccetto l'oro) Falchi nel nuoto, oggi il taekwondo


VICHI

Di Gianluca Scanu



Azzurri, volete conquistare qualche medaglia? Detto, fatto. Solo ieri, 22 premiazioni per il Team Italia Fisdir in quel di Vichi, tra canotaggio, atletica, nuoto e karate.

Le paralimpiadine stanno prendendo sempre più la direzione dello stivale, con la grande grinta che gli atleti impegnati stanno mostrando, la quale ha portato in cassaforte finora 61 medaglie.

Tanti gli atleti a brillare, dal canottaggio, dove arrivano 8 medaglie, al nuoto, dove per poco Chiappa e Falchi non arrivano sul gradino più alto; dall'atletica, dove brillano ancora le stelle di Dieng, Zeni e Cabizza (oltre alle staffette), al karate che porta in vetta Mattia Allesina.

Archiviato un ciclo, però, oggi se ne apre un altro (si spera): in programma, oggi, tra le altre gare, esordio per il taekwondo e la pallacanestro, a caccia di altre emozioni e, se possibile, medaglie.


Riecco l'atletica. Dovevano regalarci ancora qualche emozione gli azzurri dell'atletica, dopo le buone prestazioni e i conseguenti ottimi presentimenti di Montebelluna e Padova, e lo hanno fatto eccome.

Su tutte le stelle della velocità, la più sorprendente si chiama senza dubbio Federico Cabizza. Perché? Beh, un ritorno ai 400 come test, come esperimento, è andato oltre le più buone aspettative. Il pluricampione d'Italia, dopo 2 anni di soli 100 e 200 metri (l'ultimo "giro della morte" lo fece a Concesio il 4 luglio 2021, ndr), ritorna nella specialità "di mezzo" e sbanca tutto con 53"47, sorprendendo e facendo intendere che i 400, dalla mente, non son spariti del tutto.

Dal fondo, invece, riecco vincere Ndiaga Dieng, il fondista per eccellenza (dopo l'addio di Koutiki) dell'Antrophos Civitanova, combattendo con Volukievych, Hersi e Pek, ma imponendosi con 4'05"93.

Ori anche per le staffette, sia per la maschile, con Schimmenti, Seck, Bertolaso e Di Maggio che non tradiscono le aspettative, sia per la femminile, dove la Orlando, Zendri, Zeni e Pertile regalano un'altra sorpresa con questa vittoria.

Degno di nota, infine, il doppio oro nella 1500 metri di marcia, sia al maschile (Nando D'Agostino) che al femminile (Giulia Pertile).

 

Dicono...

PIERANGELO ARIBERTI - Ct canottaggio

La giornata di oggi è stata molto intensa, ma positiva per i risultati che abbiamo raggiunto. I ragazzi sono stati veramente bravi e anche chi non è andato a medaglia ha comunque migliorato i tempi che aveva.

MAURO FICERAI - Ct atletica

Bellissima giornata ricca di emozioni fin dalla mattina con la piacevole sorpresa di Cabizza nei 400m, specialità non proprio sua e nella quale credo sia tutto da scoprire.

MARCO PECIAROLO - Ct nuoto

Un elogio per Federico Casara, l’eterno quarto classificato. Esordiente in questi Global Games è già un grande campione anche lui. Sta crescendo e sicuramente negli anni a venire farà bene. Si pone appena dietro agli atleti più esperti e sicuramente sentiremo parlare di lui in futuro.

LUCA NICOSANTI - Ct karate

La gioia è alle stelle, non potevamo chiedere di meglio per questo primo appuntamento con il karate paralimpico a livello globale. Complimenti ai nostri atleti per l’impegno, la determinazione e l’abilità dimostrati in questa gara di altissimo livello.

LUCA MARCATO- Ct taekwondo

I global games rappresentano un’occasione unica per confermare il grande lavoro che sta facendo la federazione italiana taekwondo nello sviluppo del settore paralimpico e un importantissimo test in vista dei prossimi campionati mondiali di Parataekwondo in Messico del prossimo autunno.

GIANCARLO MARCOCCIA- Direttore tecnico Team Italia FISDIR

Chiusa la giornata di oggi con la conferma che i nostri atleti vanno fortissimo. I rimorsi sono quelli dei quarti posti, ma per ora con queste 61 medaglie totali non possiamo che essere contenti, considerando che abbiamo ancora 2 giorni di gare.

 

Canottaggio da record, nuoto amaro. 6 ori e 2 bronzi, così recita il palmares del canottaggio a ieri sera: 4 di questi son merito degli II2 Andrea Appendino (500 e 1000 metri) e Marta Casetta (500 e 1000 metri), gli altri due dell'II1 Francesco Di Donato, nelle stesse specialità. Anche se uno di questi vale doppio, dato che nei 1000 metri DD conquista il nuovo record del mondo.

Doppio bronzo per Lorenzo Mazzoletti, nei 500 e 1000 metri, che dalla sua ha il pregio della soddisfazione, dell'ottima prestazione e di una doppietta che consente l'enplain in tale sport.

Più avara di ori, purtroppo, la rappresentativa del nuoto: solo 3 argenti e 2 bronzi, ma quegli argenti sono il trofeo di consolazione per aver sfiorato l'oro. E' il caso di Sabrina Chiappa, che per 6 secondi (3'32"40) non riesce a prevalere sulla Renou (3'26"02), o di Kevin Casali, che tiene botta a Cheung ma non riesce a sovrastargli nemmeno per un centimetro.

Argento e bronzo, invece, per Falchi, rispettivamente nei 50 rana e nei 100 stile libero, per non tornare a mani vuote come il collega Federico Corsara, il quale pur avendo mostrato una grande prestazione e un salto di qualità, non riesce a sfatare la maledizione del quarto posto.

 

Il palmares dell'8 giugno

ORI: 12

CANOTAGGIO

ANDREA APPENDINO

500 metri
1000 metri

FRANCESCO DI DONATO

500 metri
1000 metri

MARTA CASETTA

500 metri
1000 metri

ATLETICA LEGGERA

FEDERICO CABIZZA

400 metri II3 (53"47)

NDIAGA DIENG

1500 metri II1 (4'05"93)

4X100 MASCHILE II1

Schimmenti-Seck-Bertolaso-Di Maggio

4X100 FEMMINILE II2

Orlando-Zendri-Zeni-Pertile

4X100 MASCHILE II2

Mancioli-D'Agostino-Capitani-Piacentini

KARATE

MATTIA ALLESINA

II2

ARGENTI: 5

NUOTO

KEVIN CASALI

1500 metri libero II1

SABRINA CHIAPPA

200 misti II3

MATTEO FALCHI

50 rana II3

BRONZI: 12

 

Combattimento ieri e oggi. In attesa del taekwondo, specialità che vede grande entusiasmo da parte del CT Luca Marcato, il quale decide di schierare "il veterano Michele Cianciotto, pugliese, già medaglia d’argento ai global games di Brisbane e medaglia di Bronzo ai campionati ai mondiali in Turchia. Michele è molto motivato e voglioso di confermare la lunga fila di risultati importanti conquistati. Joel Delgadillo, new entry nella Nazionale paralimpica, dopo essersi confermato per cinque anni consecutivi Campione Italiano della sua categoria è a caccia della prima medaglia iridata", ieri abbiamo assistito a una grande giornata per il karate. Nello specifico, per la categoria II2 Mattia Allesina batte Prieto, Fonteney e Azevedo, imponendosi sulla vetta del podio, mentre l'altra partecipante azzurra Federica Yakymashko conquista un ottimo bronzo, arrendendosi alla Odin nella semifinale ma a testa alta. Appuntamento, quindi, oggi con tutte le specialità, cui c'è l'esordio di taekwondo e basket.


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page