top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Milan-Inter, Supercoppa, le pagelle: Milan irriconoscibile, Dzeko ancora in forma, Lautaro conferma

Di Gianluca Scanu


MILAN 5

La grinta, la lucidità e la fame di vincere acquisite l'anno scorso sono andate a farsi benedire: il Milan pre-Pioli sembra tornare in fretta, neanche un tentativo vero e proprio nei confronti dell'Inter, nel match più importante

IL MIGLIORE

RAFAEL LEAO 6

L'unico vero e proprio ariete in un attacco rossonero scialbo, giusto un 6 perché ci ha provato, ma la testa pare essere altrove per fare un gol

IL VOTO PIU' BASSO

FIKAYO TOMORI 4

L'anno scorso era una sorta di "buttafuori" dall'area. Da qualche tempo, però, si è perso. A conferma, un errore che un difensore non dovrebbe fare mai: si dimentica Dzeko nel gol del 2-0. In una parola: disastro

IL COMMISSARIO TECNICO

STEFANO PIOLI 4,5

Altroché Pioli is on fire. Pioli ha bruciato l'occasione di consacrarsi contro gli odiati rivali, contro la sua ex squadra. Non ha trasmesso la giusta garra charrua, e soprattutto non ha sfruttato una formazione che poteva perfetta per il suo gioco. Crisi assoluta

Gli altri giocatori

CIPRIAN TATARUSANU 5

Con l'Inter ha sempre avuto sfortuna, è vero. Ma anche lui, come Tomori, partecipa attivamente al gol del 2-0 di Dzeko, dimenticandoselo

DAVIDE CALABRIA 5,5

Poco, ma il suo lo fa. Perlomeno, i suoi contropiedi evitano la goleada nerazzurra, la quale sarebbe stata meritata (dal 38' st Dest non votato)

SIMON KJAER 5

Preferito a Kalulu nel ballottaggio, doveva essere il suo contrario, il Bremer della situazione. E invece, anche lui s'appanna, si trova in difficoltà, rallenta la difesa invece di farla avanzare come sa fare lui

PIERRE KALULU 4,5

Male Kjaer, peggio Pierre. Almeno il ballottaggio, qui, Pioli lo ha azzeccato. E alla grande, dato che per quel poco che entra non combina nulla come al solito

THEO HERNANDEZ 5

Lo spettro della finale dei mondiali, contro Lautaro e Correa, sembra ancora abitargli nella mente. Del terzino migliore al mondo non c'è traccia: nervoso e falloso, su di lui l'Inter ne approfitta

SANDRO TONALI 4,5

Della serie "parla tanto e fa poco". Scialbo, poco grintoso di fronte agli avversari, e soprattutto un giallo per una stupida protesta

ISMAIL BENNACER 6

Qualche bell'azione, sì, anche qualche bell'assist, peccato che non sia diventato vincente

JUNIOR MESSIAS 5

Macchinoso, lento, la paura che cova davanti all'Inter sovrasta la sua fame di calcio

DIVOCK ORIGI 4,5

L'acquisto di grido dell'estate scorsa del Milan. Ma è un grido di dolore: la tecnica non esiste, la grinta non esiste. Altro giocatore già visto come un deja-vu

BRAHIM DIAZ 5,5

L'unico pallino di centrocampo veramenteattivo. Anche se con molti errori fatali

CHARLES DE KETELEARE 4

Stesso discorso di Origi, solo che a sua differenza il belga non ci prova

OLIVIER GIROUD 5

Non si è girato, stavolta. Ci ha provato, ma poco, qualche tiro, poi si è arreso. Una sorta di giocatore con le batterie, che si son scaricate in poco tempo. (dal 34' st Rebic non votato)

 

INTERNAZIONALE 8

Bentornata, Inter! Le energie risparmiate in match con Monza, Parma e Verona, dove poteva fare goleada, son servite. Formazione perfetta, fame e occhio di tigre ci son stati, Supercoppa meritata

IL MIGLIORE

LAUTARO MARTINEZ 8

Ormai è palese: il tutto fare dell'Inter è lui. I periodi di testa a farfalle sono ormai lontani, e il gol del 3-0 lo consacra al suo miglior momento della carriera

IL VOTO PIU' BASSO

HENRY MXIT'ARYAN 6,5

Pensa che la sua presenza in un centrocampo perfetto non sia richiesta. A parte qualche passaggio, l'unico punto debole di un'Inter perfetta. Anche se non male, in questa serata, il voto più basso non è dato a caso

IL COMMISSARIO TECNICO

SIMONE INZAGHI 8

Mister Supercoppa. Il soprannome rispecchia un'impresa mai riuscita in Italia: 4 supercoppe su 4, e quella conquistata ieri è la consacrazione di un tecnico che non dà per scontato nessun trofeo e carica a 1000 i suoi giocatori, conducendoli alla vittoria

Gli altri giocatori

ANDRES ONANA 7,5

Qualche bella parata, per il resto non deve fare nulla, se non ipnotizzare i giocatori del Milan (e anche in questo ci riesce perfettamente)

ALESSANDRO BASTONI 7

Il suo amore per l'Inter si fa notare eccome. Attento, in grado di spegnere le iniziative rossonere, muove e tiene in piedi la difesa alla grande. Applausi per questo ormai top player

MILAN SKRINIAR 7,5

Per una sera ha dimenticato il PSG e ha marcato stretto i giocatori avversari. La fiducia in Inzaghi è stata pienamente ripagata

FRANCESCO ACERBI 7

Se serviva lui, l'anno scorso, per disinnescare la bomba Giroud, bastava dirlo. E sì che, col passare dei giorni, è tornato alla grande, e ha ripagato la fiducia del suo stoico ct Inzaghi

FEDERICO DIMARCO 8

Il ragazzo d'oro, in tutti i sensi. Il suo primo gol è un capolavoro, ma tutta la partita è una riconferma per lui

ROBIN GOSENS 7

Pure un criticatissimo come lui stasera riesce a fare bene. Ottima tecnica (finalmente), partecipa attivamente al gol di Lautaro, aprendone il giro palla

HAKAN CALHANOGLU 7,5

I milanisti, secondo Ibra, dovevano mandargli un messaggio. E invece, lui ne manda parecchi: abile anche in fase difensiva, sempre più scatenato nel suo ruolo, quello dell'ala sinistra

NICOLO' BARELLA 7,5

Se pensi all'occhio della tigre, pensi a lui. Duttile e tattico come un tempo, ha fatto il suo e anche con la giusta grinta. Pressing e tecnica presenti (dal 35' st Gagliardini non votato)

MATTEO DARMIAN 7,5

Tiene stretto Leao e Giroud, togliendogli il campo, e soprattutto avvia le danze fornendo il giro palla dell'1-0

EDIN DZEKO 8

L'età si sente? No, nemmeno per idea. Un assist e un gol che valgono un trofeo. Bastano queste due azioni a descrivelo

JOAQUIN CORREA 6,5

Sostituisce un ottimo Dzeko, non fa tanto se non interrompere le iniziative rossonere. E per una volta che non deve fare più di tanto, obbedisce
 

La classe arbitrale

MARESCA 7

Ottimo arbitraggio, a parte il dubbio sul fuorigioco semiautomatico (ancora non introdotto) non dato a Dimarco e qualche fallo non fischiato nel primo tempo. Per il resto, Maresca si riscatta

ALESSIO 6,5, BACCINI 6,5, CHIFFI 7, DI PAOLO 7, ABISSO 6

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page