top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

MotoGP, Bagnaia è più carico che mai: "voglio difendere il titolo, pronto per la sprint race"

Il pilota Ducati racconta i presupposti per questo 2023: "il primo avversario? I 23 piloti che avrò contro"



TORINO

Di Gianluca Scanu



Manca poco, signore e signori, al nuovo motomondiale 2023. E il campione in carica, Francesco Bagnaia, che ci ha riportati sulla vetta del mondo motociclistico lo scorso novembre, è più carico che mai. Non lo spaventa nulla, nemmeno il nuovo format della sprint race (che prevede metà dei giri, metà dei punti rispetto a prima, disputa al sabato come le gare delle "cadette" Moto2 e Moto3, a differenza della massima cilindrata che correrà alla domenica), figuriamoci la voglia di rivalsa di Marquez e Quartararo. E confida il suo coraggio e la sua voglia di correre, come quella della Ducati, comunque vada, ai microfoni di Sport Mediaset.


Sprint race rinnovata. Come un capitano che si rispetti, prima di tutto confida quel che fa la sua scuderia, la Ducati, per prepararsi al "moto-spezzatino" dato dal nuovo format: "La sprint race è qualcosa di nuovo per tutti, ma ci stiamo preparando per arrivare al 100% e fare il meglio possibile. E' qualcosa di nuovo e sarà più facile inquadrarlo dal secondo weekend".


Ci eravamo lasciati così... La festa per il titolo mondiale dello scorso novembre (GETTY)

Avversari e obiettivi. "Chi temo di più? Sono più di uno, ci sono tanti piloti e moto veloci. Sarà un anno molto complicato". Con "temo" usato per modestia, dato che poi mostra coraggio: "Proverò a fare il 100% senza commettere errori, penso di aver imparato dagli sbagli dello scorso anno. L'impegno è quello di difendere il titolo".


Qualche giorno al fresco... Lo staff Ducati in vacanza a Madonna del Campiglio (LaPresse)

Vacanze d'attesa. E nel frattempo, il campione si gode una bella settimana bianca in quel di Madonna di Campiglio. Uno stage con la Ducati sulla neve, anche in occasione del progetto "Campioni in pista", tra sciate, passeggiate in bianco, e foto allo chalet Boch, il giovane sabaudo si gode la vita in attesa delle gare. Chissà che il fresco del Trentino-Alto Adige non gli abbia anche rinfrescato le idee in occasione del nuovo motomondiale. Staremo a vedere.

1 visualizzazione0 commenti

Comments


bottom of page