top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Ora lo si può dire: Dinamo, è semifinale! Tanta sofferenza, ma il Venezia deve uscire a testa alta

IL BIGLIETTO PER IL FORUM

Combattimento fino all'ultimo respiro, tanto nervosismo (4 espulsi) e basket-spettacolo: gli ingredienti di una partita decisa solo nel finale con due tiri liberi di Diop e un errore di uno dei cacciati, Parks. Dinamo che vola dunque al Forum, sabato e lunedì prossimi


Dowe e Stephens in gioco (centotrentuno/LaPresse)


DINAMO SASSARI 87

UMANA REYER VENEZIA 84

Parziali: 24-25, 21-7, 15-20, 27-21

Progressivi: 24-25, 45-33, 60-53, 87-84

 

DINAMO: Jones 2, Robinson 6, Dowe 15, Kruslin 22, Treier 11, Stephens 5, Bendzius 0, Gentile 7, Raspino 0, Diop 19

PANCHINA: Devecchi, Chessa

CT: Piero Bucchi

MINUTAGGIO PIU' ALTO: Kruslin (28')

RIMBALZI: Diop (10)

ASSIST: Dowe (5)

ESPULSI: al 9' 4Q Dowe per 5° fallo

 

VENEZIA: Tessitori 6, Spissu 14, Parks 10, Bramos 3, De Nicolao 0, Granger 30, Brooks 2, Willis 7, Watt 3, Mokoka 8

PANCHINA: Collio, Moraschini

CT: Neven Spahjia

MINUTAGGIO PIU' ALTO: Willis (31')

RIMBALZI: Watt (5)

ASSIST: Tessitori (3)

ESPULSI: al 3' 4Q Tessitori per proteste, al 6' 4Q Watt per 5° fallo, al 10' 4Q Parks per fallo

 

Arbitraggio: principale Mazzoni, laterale Lampard, III uomo Fiorentini

Note: spettatori 4.389; Massimo Chessa premiato per la sua 400^ presenza in maglia biancoblù, istant replay dopo il fischio finale per un fallo non visto in tempo regolare e per un errore dell'orologio; tiri totali 55-49 (azzeccati 25-28, field goal 45.5-57.1 %), rimbalzi 31-26, assist 16-12, falli 26-27


SASSARI

Di Gianluca Scanu



Milano stiamo arrivando, canta il Palaserradimigni scatenato. Un palazzetto che ha vissuto le 2 ore più spettacolari e pirotecniche della stagione. Sembrava volo Venezia, poi il combattimento, poi il volo Dinamo, poi quando sembrava partita chiusa sul +14 di Sirbo, riecco il riavvicinarsi della Reyer. Infine, le due azioni decisive del match: l'errore di Parks, che atterra Diop, espulsione, due tiri liberi e Sirbo che vola meritatamente al Forum di Assago, dove Milano, che ha eliminato Pesaro, la attende per la triplice semifinale.


Il miglior quintetto. Spahija ha ancora conti in sospeso dopo l'agitato finale di gara 3, e decide di puntare subito all'attacco: dentro da subito Mokoka, che apre le danze, Parks, Spissu, Willis e Tessitori, che a posteriori pagherà caro il suo nervosismo. Bucchi non schiera Chessa, premiato per la sua 400^ presenza in maglia biancoblù, ma si affida ai suoi migliori player: Gentile, Kruslin, Jones, Dowe e Stephens.

Non è efficace, all'inizio: con Mokoka e Parks il Venezia inizialmente vola, Sirbo si sveglia con le triple di Kruslin, destinato a essere il top scorer con 9 punti iniziali su 9.

Bucchi, per restare a galla, deve puntare su Dowe e Stephens, nonché su un Gentile che da 3 si conferma assai.

Anche Robinson, da neoentrato, dà subito a intendere di voler ripagare la fiducia con 2 liberi su uno dei 5 falli di Parks; ma dall'altra parte, c'è un Granger che, dopo un fallo, è destinato a diventare MVP del match, chiudendo il primo quarto in

 

La partita ai raggi X

POSIZIONE MEDIA DEI GIOCATORI

DINAMO

Tiri da 3: 22 (azzeccati 12, %54.5)

Tiri liberi: 33 (azzeccati 25, %75.8)

Rimbalzi offensivi: 11

Rimbalzi difensivi: 20

Stop: 1

Palloni recuperati: 7

Palloni persi: 17

VENEZIA


Tiri da 3: 49 (azzeccati 28, %57.1)

Tiri liberi: 11 (azzeccati 25, %47.8)

Rimbalzi offensivi: 4

Rimbalzi difensivi: 22

Stop: 0

Palloni recuperati: 3

Palloni persi: 20

 

Il volo. Bucchi allora butta nella mischia Diop e Treier, che lo ripagano: primo break biancoblù sul 34-25, Venezia messo in ginocchio, e risolto solo da Mokoka e Spissu (saltuariamente). Dowe coi liberi è magistrale, Robinson è l'uomo dei canestri in contropiede. Chiuso il secondo quarto in un periodo dove i sassaresi concedono solo 8 punti agli avversari, il terzo riprende con un Kruslin affamatissimo da 3 punti. Sempre Moko e l'ex tengono a galla il Venezia. Lì però, ecco il valore aggiunto del Venezia: il nervosismo, che colpisce un Watt fin lì buono a schiacciare.

Diop e Robinson, poi, dalla lunetta, rispondono a un Granger sempre più determinante dalle triple in diagonale, ma questo volo viene arrestato da un Brooks fulmineo in penetrazione. 60-53.

 

Focus

LE DATE DELLE SEMIFINALI

Milano-Dinamo

Gara 1: sabato 27 maggio

Gara 2: lunedì 29 maggio

Gara 3: sabato 2 giugno

Gara 4: lunedì 4 giugno

Gara 5: mercoledì 6 giugno

 

Sofferenza ed espulsioni. E se nel secondo quarto il Venezia aveva sofferto parecchio, qua la parte si rovescia: Diop apre il quarto finale in terzo tempo, ma poi Tessitori va di triple e mette il fiato sul collo su una Dinamo che conosce la tensione e sbaglia l'impossibile. Il nervosismo fa subito le sue vittime: Tessitori insulta Lampard e conquista il quinto fallo, poi tocca a un Watt crollato dopo un buon inizio, fatale una gomitata a Diop. Il Venezia è però zeppo di risorse, soprattutto un Granger che scarica triple a ripetizione, la Dinamo risponde con le triple di Gentile e Treier e qualche tiro libero, stante un Dowe espulso per un pugno a Willis che, con due tiri liberi (uno segnato), corona una pessima serata per lui.

Sull'ennesimo errore da sotto, sembrava ci fosse la possibilità di ribaltare, per la Reyer. Ma Parks la sciupa, pure commettendo il 5° fallo: Diop segna i 2 liberi, manda a casa il Venezia e apre le porte ai 5 match della semifinale.


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page