top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Pazza MotoGP in Malaysia: Bagnaia vince su Bastianini, ma non diventa campione del mondo

MOTOGP

Vittoria soffertissima di Pecco su Bastianini, con sorpassi e controsorpassi: Enea battuto di 1"6, Quartararo di 2"


SEPANG


Tutto vero? Bagnaia campione del mondo? No. Tutto rimandato a Valencia. Doveva essere la domenica del trionfo definitivo, consacrazione di un mondiale costruito tappa per tappa, condito dal record di 7 vittorie, e invece no. Tutto rimandato in Spagna, troppa la pressione esercitata da Bastianini, troppa la motivazione di Quartararo, che alla fine chiude a soli 2 secondi dal pilota sabaudo. E, come detto, si decide tutto a Valencia, con 23 punti di distacco di Pecco su Quartararo.


Sofferenza

Dovuto partire dal 9° posto, Bagnaia scala sempre di più fino a issarsi, come da sua strategia, in testa alla classifica, lasciando Quartararo a lottare con Marquez, Morbidelli (outsider) e Bastianini. Il primato di Bagnaia è tra l'altro causato dalla caduta del "poleman" Martìn, che dopo soli 7 giri sbaglia una curva e rotola fuori dal circuito in malo modo, fortunatamente nulla di grave.

L'unico vero e proprio avversario di Pecco pare essere Bastianini, che udite udite al 12° compie il sorpasso portandosi in testa. Lotta ducatista vera e propria, ora, con Bagnaia che deve (e lo fa) inseguire il suo collega Bastianini, c'è una tensione incredibile, di quelle che si avvertono da casa, ma per fortuna Pecco non ne diventa vittima e compie il controsorpasso al 14° giro.


Foto-cronaca



4° GIRO: IL PRIMO SORPASSO Bagnaia scala sempre di più e si porta in testa alla graduatoria (foto Marcello Scanu)



12° GIRO: BASTIANINI SCALZA BAGNAIA Il romagnolo scalza il sabaudo in curva (foto Marcello Scanu)



16° GIRO: IL SORPASSO DEFINITIVO Pecco mette la quarta e ri-sorpassa il connazionale Bastianini per attentare alla vittoria definitiva (foto Marcello Scanu)


Team-game

Quartararo, per Bagnaia, almeno fino al finale non sembra essere un problema, dato che il campione francese ha un avversario spinoso e sorprendente: Marco Bezzecchi, il quale tenta d'insidiarlo e per un po' ci riesce, dato che al 16° giro si trova a -1"4 dal suo obiettivo, facendo gioco di squadra con Quartararo

E' questa la motivazione che spinge Quartararo ad attentare alla testa della classifica, ma non riesce, dato che Bagnaia e Bastianini chiudono bene e lottano fino alla fine per la vittoria.


Gli altri campionati

Moto2

Vittoria di Arbolino (Marc VdS), in una gara dominata e giocata sullo sprint, con Ogura unico avversario: decisivo, al giapponese, un errore pesantissimo con caduta all'ultimo giro Moto3

Unico trionfo non italiano in Moto3, dove il britannico McPhee scalza Sasaki, paura per Nepa, il tutto in una gara lottata fino al traguardo; Foggia, poleman di giornata, non va oltre un sesto posto, Guevara neo campione del mondo non va oltre il 12° posto


Vittoria un po' amara

A questo punto, per Pecco, c'è solo da stringere i denti e difendersi dalle grinfie di Bastianini e Quartararo, la cui distanza è solo di 1"7 e 2". Così è: Bagnaia sbanca Sepang, ma non vince il mondiale. Troppo pochi, i 23 punti su Quartararo, per fargli indossare la corona di campione del mondo del 2022, troppo bella la vittoria per come è avvenuta. Tenuto a bada il "cagnaccio" Bastianini, beffato Quartararo che credeva di rialzarsi, e più in basso quarto Bezzecchi che può andare a casa con un ottimo quarto posto. E, come detto, tutto rimandato a domenica prossima, in quel di Valencia dove Rossi ha fatto la storia, si potrebbe scrivere una nuova pagina della MotoGP italiana



5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page