top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Polisportiva Luna e Sole pigliatutto, ma a Sassari vince l'integrazione e il divertimento

ATLETICA LEGGERA - PARALIMPICO

Strepitoso successo del Meeting Regionale FISDIR dello Stadio dei Pini: la squadra di Tiziana Secchi e Marco Sanna domina il podio, Lella quasi record, Cabizza e Scanu triplete d'oro. Ma bene anche le 12 società che hanno partecipato

SASSARI

Di Gianluca Scanu



Lo Show dei Record vero e proprio non è quello in onda in tv, signore e signori. Lo Show dei Record è allo Stadio dei Pini, è stato uno spettacolo di atletica leggera paralimpica goduto da tutti, sia dagli atleti (tra cui anche chi vi scrive, ndr) che dagli oltre 300 spettatori che son stati presenti nella cornice del Tonino Siddi.

I soliti ingredienti, ovvero voglia di gareggiare e vincere mista ad ansia ed emozione, son stati ripagati a tutti, dai propaganda agli OPEN, regalando record e vittorie, ma anche semplici momenti di gloria a tutte le 12 società partecipanti, con prestazioni di alto livello in tutte le discipline sotto il primo sole cocente del 2023. Quel sole che brilla come le prestazioni e gli umori della Polisportiva Luna e Sole, ma anche nei propaganda della Libertas, del Gonnesa, della Speedy Sport, della Sa.Spo Cagliari, e così via.


Padroni pigliatutto. L'intesa, la motivazione, e i tanti allenamenti fatti per arrivare a questo giorno importante per la sensibilizzazione verso l'integrazione sociale prima di tutto.

Come detto, i risultati sono stati di alto livello in tutte le discipline, ma la Polisportiva Luna e Sole ha avuto quel qualcosa in più che ha fatto sì che, nella categoria OPEN, potesse dominare.

Nè danno prova i senatori Lella, Cabizza e Scanu: il primo, lanciatore della Nazionale, sfiora il record nazionale nel getto del martello, con 9,64 miglior misura, dando ad intendere di essere tornato alla grande in questo 2023. Il secondo, che peraltro oggi compie 20 anni (a breve un articolo su di lui, ndr) sbanca tutte le sue specialità sul campo: 100 e 200 metri dominati, con 11"89 e 24"07, seppur col vento contrario di 1,0 e 0,6. Infine, pioggia di ori anche per Scanu: un salto in lungo fatto con grande motivazione, toccando il record di Ancona dell'anno scorso e battendo Fadda (4.34 contro 3.53), ed un 200 con un ottimo secondo posto, con 27.97 che gli vale il primo posto senior davanti a Concas e ad un Columbu che si stanca, correndo durante la gara di Giulia Campagna.

 

Nel segno del 12

12 società partecipanti alle gare: record di iscrizioni per un meeting regionale FISDIR

12 ori vinti dalla Polisportiva Luna e sole, in 7 specialità diverse (100, 150 Promo, 200, 800, getto del martello, salto in lungo e staffetta)

 

Prestazioni di livello. C'è anche chi non arriva all'oro e/o, arrivandoci, si accontenta della bellissima giornata vissuta, della buona gara fatta, di un semplice bronzo o argento. Come Luca Destefanis, vincitore della sua categoria dei 100 metri ma secondo per il tempo dietro al succitato Cabizza, come Omar Demelas, vincitore dei 150 metri promozionali, come Valentina Adamu e Marta Moi (Libertas Campidano), che raccolgono momenti di gloria nel salto in lungo da fermo, Federica Collu (Volo Alto) nel vortex, Davide Follesa e Manolo Manca (Arcobaleno Gonnesa) nei 400 metri marcia/cammino e vortex.

O la prestazione più toccante, quella di Daniel Perez: lo spagnolo classe 2004, che negli 800 non tradisce le aspettative e (pur essendo unico atleta di specialità, ndr) vince in 2'23"46. Una storia toccante, quella di Perez, che racconta di "esser venuto in Italia dalla Spagna per non poter frequentare le scuole normali, mentre qui esistono gli insegnanti di sostegno nella scuola pubblica". Lo spagnolo, peraltro, è protagonista determinante nella 4x100, assieme ai tre succitati senatori: 54"71, oro e gioia, a coronazione di una giornata che ha spianato la strada all'integrazione sociale nello sport


45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

留言


bottom of page