top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Roma, finalmente (e che!) vittoria in campionato! Settebello a un'Empoli sempre più inguaiato

RI-GENERAZIONE GIALLOROSSA

Dopo un pessimo inizio di campionato, i giallorossi tornano alla vittoria: Dybala doppietta, in gol anche i neoacquisti Sanches e Lukaku, Cristante e Mancini (più un autogol di Grassi), straziato un'Empoli sempre più in zona retrocessione


Dybala segna il rigore dell'1-0 ed esulta prendendo il pallone in mano (LaPresse)




ROMA 7

EMPOLI 0

Primo tempo: 3-0
Gol: 2' pt Dybala (rig(ROMA)), 8' pt Sanches (ROMA), 35' pt Grassi (EMP(aut)), 9' st Dybala (ROMA), 34' st Cristante (ROMA), 37' st Lukaku, 40' st Mancini G. (ROMA)
 

ROMA (3-5-2): Rui Patricio; Mancini G:, Llorente, Ndicka; Kristensen, Sanches (dal 1' st Bove), Paredes (dal 30' st Pagano), Cristante, Spinazzola; Dybala (dal 18' st Belotti), Lukaku (dal 38' st Azmoun).

PANCHINA: Boer, Svilar, Karsdorp, Celik, Zalewski, Pisilli, El Shaarawy

CT: José Mourinho

CAMBI DI SISTEMA: dal 21' st 4-2-3-1

AMMONITI: Dybala per eccessiva esultanza, Sanches per fallo

ESPULSI: nessuno

 

EMPOLI (4-3-3): Berisha; Bereszynski, Walukiewicz (dal 1' st Ismajli), Luperto, Pezzella; Fazzini (dal 1' st Bastoni), Grassi, Maleh; Cancellieri (dal 15' st Baldanzi), Destro (dal 15' st Caputo), Cambiaghi (dal 39' st Shpendi).

PANCHINA: Perisan, Stubljar, Kovalenko, Gyasi, Cacace, Guarino, Marin, Ranocchia

CT: Paolo Zanetti

CAMBI DI SISTEMA: dal 21' pt 3-4-1-2

AMMONITI: Cancellieri per fallo, Maleh per fallo

ESPULSI: nessuno

 

Arbitraggio: principale Sacchi, assistenti guardalinee Tolfo-Massara, IV Uomo Colombo, VAR Mazzoleni, AVAR Miele

Note: 61.443 spettatori, incasso 2.400.000 €, cielo nuvoloso, terreno in buone condizioni; tiri 14-8, falli 15-5, calci d'angolo 2-0, fuorigioco 2-2, recupero 3' pt-2' st


📍ROMA

L'ANALISI Di Gianluca Scanu



Dall'Olimpico notizie interessanti: la Roma sa vincere, l'Empoli non sa nemmeno più pareggiare. In un momento di punti di domanda, dopo quello che per i giallorossi è stato il peggior avvio dai tempi di Fonseca, la Lupa sfodera denti e artigli, oltre che orgoglio, e azzanna gli azzurri di Zanetti a suon di gol. Una lezione di calcio, complice l'integrazione definitiva di Sanches e Lukaku, data ad un Empoli privo di idee, gioco e concentrazione. Solo un paio di occasioni per gli azzurri di Zanetti, che lasciano il palcoscenico a una Roma rigenerata (si spera) e molta insicurezza tra i loro beniamini, non per altro, ma perché domenica li attende la capolista Inter, altra squadra prodiga di gol.

Se l'ipotesi è che gli azzurri han risparmiato energie per la sfida prandiale di domenica prossima, non è per nulla accettabile, quanto invece per le difficoltà che i toscani han palesato in campo, seppur di fronte a una squadra giallorossa che ha ritrovato gruppo e orgoglio, dando un chiaro segnale di essersi rialzata per puntare ai piani alti.


Chi comincia bene... Lo bisognerebbe dire a Sanches e Lukaku, il quale ancora reduce della batosta contro il Milan ha voglia d'imporsi in giallorosso. Per loro passerella da titolare, così come un ritrovato Dybala e NDicka.

Non si può dire lo stesso per Zanetti, che ancora una volta commette l'errore cronico di votare la sua squadra all'attacco: se ci fosse un bomber come Caputo in campo, sarebbe ideale. Invece no: posto per Dzeko, Cancellieri e Cambiaghi nel 4-3-3, e baricentro alto.

L'errore, Zanetti, lo paga subito: mano netta di Waluckiewicz su cross di Kristensen, e calcio di rigore. Dal dischetto Dybala è implacabile: 1-0 e pallone in mano, che come accade spesso nelle squadre di Mourinho è un segno che il match non finisce sul minimo scarto.

Le azioni degne di nota son tutte della Roma, come all'8', quando il detto nel titolino vale anzichenò: ancora contagiri del danese, di testa l'ex PSG Sanches archivia virtualmente la pratica e bagna nel miglior modo l'esordio.

Tutti bene, soprattutto i neoacquisti, come un Lukaku che dopo polemiche e inizio in sordina trova quella fisicità che lo contraddistingue, diventando la pedina portante della squadra (come all'Inter, ndr)

 

Vedi anche

▶️Le statistiche (domani alle 12:30)

▶️La moviola (domani alle 12:30)

 

Possesso e Lukaku. E' questo dunque lo schema dei giallorossi, il cui forcing spinge Zanetti a passare al 4-2-3-1, perlomeno per provare qualche tentativo dal limite. In effetti l'Empoli qualcosa da fuori area lo tenta, ma è solo un fuoco di paglia.

Un gol lo segna la squadra di Zanetti, ma nella porta sbagliata: 35', inserimento di Cristante, Grassi sbaglia a controllare e sorprende Berisha segnandogli il 3-0.

Che ci crediate o meno, l'autogol dell'ex Cagliari precede una botta centrale di Bereszynski dal limite, unico brivido per un Rui Patricio finora mai impegnato.


Esordio vincente. Il gol di Renato Sanches che vale il 2-0 giallorosso (LaPresse)


Raffica di gol. Come poi sa fare, Mourinho attua un'operazione di rigenerazione della squadra tramite cambi: dentro Bove per Sanches, Zanetti fa scaldare Bastoni e Ismajli, dando più equilibrio e spinta, ma solo platonicamente.

L'inerzia della partita è sempre a favore dei giallorossi, che si affidano al palleggio per far girare le lancette ora che sono avanti 3-0.

L'Empoli abbassa il baricentro e tenta d'inseguire i padroni, ma al 9' getta definitivamente la spugna: cross di Cristante, Dybala inganna Luperto e fredda Berisha di mancino. 4-0, Olimpico infiammato, poco dopo la Joya manca di portare a casa il pallone su punizione, prima di ricevere la standing ovation per Belotti.

Zanetti fa salire Caputo e Baldanzi, che confezionano un'occasione per parte e onore, tutto inutile. Altri tre gol in Cesarini: al 34' Cristante consacra la sua serata migliore in giallorosso con un bolide da 25 metri, 3' dopo Lukaku segna di destro in contropiede ed esulta con il suo classico "stai zitto", sugli sviluppi di un corner arriva il settebello al 40', grazie alla testa di Mancini, che pone la parola fine a un match dominato dai giallorossi, finalmente tornati a vincere.

 

Supersintesi #rafficagol

PRIMO TEMPO

2' SUBITO AVANTI LA ROMA, GOL RIGORE DYBALA

Cross di Kristensen, mano di Waluckiewicz, dal dischetto implacabile la Joya

8' LA ARCHIVIA LA ROMA, GOL SANCHES

Ancora Kristensen, stacco di fronte dell'ex Bayern e PSG, 2-0

14' CI PROVA LUKAKU

Destro da fuori di Big Rom, Berisha stavolta è attento e blocca

35' ANCORA ROMA, GOL CRISTANTE

Sponda di Lukaku, tacco sottoporta che batte Berisha e vale il 3-0

SECONDO TEMPO

3' FINALMENTE L'EMPOLI

Fuga del neoentrato Cambiaghi sulla sinistra, cross teso, Ndicka allontana facilmente

9' DOPPIETTA PER LA JOYA, 4-0 ROMA

Accentramento di Dybala da destra, dribbling su Luperto e spiazza ancora Berisha

13' QUASI APOTEOSI, DYBALA

Punizione dal limite, la Joya batte ma trova solo la traversa

34' DOPPIETTA ANCHE PER CRISTANTE

Sponda di Belotti, botta dal limite forte e angolata, Berisha non può parare, 5-0

37' LUKAKU GOL E MUTI

Ancora lancio di Belotti in profondità, Lukaku al volo segna il 6-0 e il suo primo gol romanista

40' ED E' SETTEBELLO, GOL MANCINI

Corner, tacco di Cristante e tuffo di fronte di Mancini che vale il 7-0 definitivo


7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page