top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Sassari ripropone la corsa in rosa: obiettivo sensibilizzare al tema della violenza sulle donne

#TRIBUNADALMONDO

"FESTEGGIARE" PER RIFLETTERE

Da venerdì ha preso il via la 11^ edizione della manifestazione per sensibilizzare al tema della violenza sulle donne: una mattina di riflessione, confronto, dibattiti, sport e intrattenimento per sensibilizzare al tema della violenza sulle donne

SASSARI

Di Gianluca Scanu



Festeggiare per riflettere. D'accordo, forse la definizione è un po' maccheronica, ma è questo quello che la Corsa in Rosa di Sassari si propone di fare. La manifestazione, nata nel 2012, si propone ancora una volta di sensibilizzare cittadini e turisti al tema della violenza sulle donne, recentemente tornato dominante nella vita di tutti i giorni.

La corsa vera e propria si terrà oggi, domenica 23 aprile, dopo due giorni di riflessione, confronto e dibattiti, oltre che di intrattenimento musicale a dare un tocco di spettacolo a tale iniziativa e, quindi, attirare anche i meno esperti di tali temi (pertanto, si potrebbe considerare anche pretesto o veicolo a fin di bene, ndr).


Quanti partecipanti. Non solo Sassari a partecipare. 377 comuni della Sardegna, istituzioni, associazioni, e anche commercianti che approfitteranno per vendere i loro prodotti.

Presenti anche le scuole, per sensibilizzare i propri alunni al tema della violenza sulle donne e promuovere il progetto.

I numeri parlano chiaro: l'incremento degli spettatori è evidente, da 600 partecipanti della prima edizione, l'anno scorso circa 3.500 persone al giorno animavano la piazza in quest'iniziativa, ossia totali 10.000 presenze.

Chissà quanti saranno nel 2023. Si spera, per un tema così delicato e per la missione di sensibilizzarne la gente, in grande partecipazione.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page