top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Sinner, ci sei? Huesler prevale 2 set a 0, prestazione di Jannik sottotono

TENNIS - Masters 1000



Clamoroso a Parigi: il sabaudo viene sconfitto dallo svizzero Huesler al primo turno dell'ultimo Masters 1000 del 2022

HUESLER 2

SINNER 0

Primo set: 6-2

Secondo set: 6-3


PARIGI

Di GIANLUCA SCANU


Per due volte di fila. Sinner esce sconfitto dai Masters di Parigi per la seconda volta di fila al secondo turno. E vabbé, la prima volta si perdona, l'anno scorso fu Alcaraz il fautore dell'eliminazione del sabaudo, ma quest'anno la sfida era più che facile.

Contro lo svizzero Huesler c'era da dominare, il pronostico voleva vincente un Sinner reduce di una batosta dietro l'altra durante quest'anno, e invece la prestazione del sabaudo si rivela tutt'altro che sufficiente e veritiera in confronto alle potenzialità viste in altre occasioni.

E meno male che era l'ultima gara: per Sinner cala il sipario su un disastroso 2022, e si spera se ne alzi un altro per un roseo 2023.


Oscuri presagi

Già dal primo game si capisce l'aria che tira: Huesler domina, e conquista subito il primo break 15. Sinner prova a combattere, a tenere alto il ritmo, si procura anche due palle break, ma bruscia due rovesci consecutivi in rete, bruciandosi due grosse possibilità guadagnate a fatica.

Lo svizzero resta concentrato, impassibile, e conscio di avere un avversario innocuo come Sinner, sbatte colpi su colpi, fino al definitivo 6-2 del primo set.


Segni di ripresa

Tuttavia, nemmeno lo svizzero appare così perfetto, e a inizio secndo set concede qualche palla break a Sinner: il sabaudo, dopo aver capito che lo svizzero si sta trovando sempre più a suo agio sugli scambi lunghi dal fondo e nei punti brevi (sua specialità), raggiunge la parità con una serie di pugnetti e scambi vincenti. Lì c'è una flebile possibilità di svolta: Sinner piazza un bellissimo ace vincente, sembra veramente il punto cruciale del match. Lo è, in effetti, ma in modo negativo per il sabaudo, dato che l'occhio di falco dello svizzero chiede una re-visione al VAR. Ed essa gli dà ragione: palla fuori, doppio fallo, punto allo svizzero.

Da lì il match è come se fosse finito e deciso, Sinner addirittura aiuta il suo avversario mandando largo un rovescio e concedendogli un break per il 6-2, 6-3 finale. Per Sinner, come detto, finisce il 2022, mentre per Huesler ai sedicesimi c'è Khachanov.


0 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page