top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Sprofondo rossonero! L'Udinese come l'anno scorso sbanca San Siro, Pereyra decide su rigore

MILAN NELLA TORMENTA

I rossoneri di Pioli, in emergenza e senza Theo Hernandez sprofondano nella crisi più totale: come l'anno scorso l'Udinese vince al Meazza, decide un rigore (contestato) dell'ex Juve Pereyra




MILAN 0

UDINESE 1

1T: 0-0
Gol: 18' st Pereyra R. (UDI(rig))
 

MILAN (4-4-2): Maignan; Calabria, Thiaw, Tomori, Florenzi; Musah (dal 26' st Romero), Krunic (dal 1' st Adli), Rejinders (dal 22' st Loftus-Cheek), Leao; Jovic (dal 1' st Okafor), Giroud.

PANCHINA: Nava, Mirante, Jimenez, Bartesaghi, Pobega

CT: Pioli

AMMONITI: Krunic per fallo

ESPULSI: nessuno

CAMBI DI SISTEMA: dal 30' st 4-3-1-2

 

UDINESE (3-5-1-1): Silvestri; Perez, Bijol, Kabasele; Ebosele (dal 39' st Ferreira), Samardzic (dal 33' st Thauvin), Walace, Payero (dal 27' st Lovric), Zemura (dal 39' st Kamara); Pereyra; Success (dal 39' st Lucca).

PANCHINA: Okoye, Padelli, Masina, Guessand, Tikvic, Zarraga, Quina, Aké, Camara, Pafaundi.

CT: Cioffi

AMMONITI: Perez per fallo, Kabasele per fallo

ESPULSI: nessuno

CAMBI DI SISTEMA: dal 1' st 3-4-1-2

 

Arbitraggio: principale Sacchi, assistenti De Meo-Capaldo, IV Uomo Monaldi, VAR Abbatista, AVAR Dionisi

Note: clima piovoso, terreno in discrete condizioni; spettatori 71.000, incasso 2.265.254,00€, tiri 14-12, falli 12-14, calci d'angolo 11-5, fuorigioco 1-4, recupero 0' pt-6' st


📍MILANO

L'ANALISI Di Gianluca Scanu


Udinese, ben risvegliata. Il pellegrinaggio dei friulani s'interrompe contro un Milan in emergenza e crisi di risultati: prima vittoria stagionale, per giunta a San Siro rossonero, come lo scorso anno, tra polemiche veementi per un episodio arbitrale alquanto dubbio.

Non si sa se, aldilà del rigore, il Milan avrebbe perso comunque contro una compagine che, già contro il Cagliari, aveva mostrato segnali di crescita grazie all'operato del ct Cioffi.

Sarà che ormai i friulani sanno come agire di fronte a Pioli, sta di fatto che il Milan sprofonda a -6 dall'Inter e si vede avvicinato, in chiave scudetto, da un Napoli rivitalizzato.

I sogni accumulati a Genova e con la Roma sono ben che andati a farsi benedire, e i limiti della squadra di Pioli stanno iniziando a venire a galla.


Senza Theo. Più che altro riecheggia nello stadio l'assenza di Theo Hernandez, che aumenta a 9 gli indisponibili per il ct parmigiano e a 20 gli infortuni in stagione.

Pioli va col 4-4-2, con il rientro di Thiaw accanto a Tomori in difesa, dopo la squalifica ricevuta con la Juventus, centrocampo con Musah e Leao quali ali accanto a Krunic e Rejinders, e coppia d'attacco con Giroud e Jovic.

Cioffi risponde con un insolito 3-5-1-1 già sperimentato mercoledì in Coppa Italia: rispetto al Cagliari, rientrano Silvestri ed Ebosele, al posto di Okoye e Guessand che, seppur sconfitto, coi sardi si era tolto una soddisfazione.

Quel che si presenta davanti ai rossoneri non è una serata di buon auspicio, e si comincia con fischi di contestazione, comprensibili, evidenti, viste le ultime tre uscite che hanno regalato un solo punto ai rossoneri.

 

▶️Vedi anche

LA MOVIOLA

LE PAGELLE

Ranieri: "Felice del risultato, c'è da migliorare"

Lapadula: "Il Cagliari sta tornando"

 

Milan tormentato. Ricordate sopra che abbiamo citato la lista degli infortuni del Milan, ossia 9? Ecco, rischia di ampliarsi a 10 al 5', quando Florenzi zoppica vistosamente. Nonostante ciò, riesce ad impedire a Pereyra di sfruttare un cross di Zemura.

Proprio quest'azione, però, è lo specchio di un Milan che non riesce a sfondare, quanto a uscire dalla propria metà campo. Nervoso e falloso, come mostra il giallo che Krunic si becca al 15' per un gioco scorretto su Success, mentre Zemura continua la sua bella serata con un altro cross al 20', senza però effetto.

Se le prime occasioni arrivano solo al 20', con Krunic e Calabria di testa, non è un caso: il Milan approfitta dell'errore avversario, perché così solo quello può fare, a questo punto.

Galvanizzati, i rossoneri prima del finale trovano due occasioni: prima Leao sguiscia tra due difensori, il cui destro però finisce tra le nuvole di Milano (32'), poi Musah spara un mancino da 25 metri, che Silvestri intuisce bene.


Polemiche bollenti. Pioli capisce che è ora di cambiare qualcosa, nel clan Milan: dentro Okafor e Adli per il pessimo Jovic e Krunic. Rejinders resta in campo, e inizialmente l'idea è buona, dato che lanciato in posizione centrale tenta a tu per tu con Silvestri, e per poco non trova la porta. Qua avviene una transizione: se al 10' Leao fa ammonire Perez e Kabasele, al 17' Adli atterra Ebosele: calcio di rigore, confermato dal VAR tra l'ira e i fischi di San Siro.

Pereyra, a tu per tu con Maignan, non sbaglia, 1-0 Udinese. Pioli stravolge i suoi: fuori Rejinders, dentro Loftus-Cheek e schema che passa al 4-3-1-2, con Leao che torna a svolgere il ruolo di attaccante.

L'Udinese continua a spingere, passa al 3-4-1-2 e va vicino al gol con Success al 25', cui deve salvare Maignan. Da qua, via di cambi: Pioli scalda Romero, Cioffi per difendere l'1-0 fa entrare Lovric, Thauvin, Kamara, Ferreira e Lucca.

Il Milan prova la reazione d'orgoglio, affidandosi alla sua coppia scudetto: Giroud prima ci tenta, di testa, poi si cala nei panni dell'assist man per Okafor. In tutte le occasioni Silvestri è attento e devia, contribuendo a portare a casa la 1^ vittoria in campionato e far sprofondare ulteriormente il Milan.

 

PRIMO TEMPO

9' SPRECO UDINESE

Cross di Zemura, Pereyra tenta il tiro da due passi, Florenzi allontana

19' AMMONIZIONE MILAN

Sgambetto di Krunic su Success, giallo per il serbo

25' DESTRO DI CALABRIA

Rejinders lancia Calabria centralmente, Silvestri si tuffa e devia in corner

32' TIRO MILAN ALLE STELLE

Leao sguiscia tra due difensori friulani, destro altissimo

34' MUSAH PREVEDIBILE

Si accentra l'americano, sinistro da 25 metri, Silvestri intuisce e para

SECONDO TEMPO

3' SPRECO MILAN

Lancio in profondità per Rejinders, scavetto davanti a Silvestri, non trova lo specchio l'olandese, pallone alto

17' VANTAGGIO UDINESE, GOL SU RIGORE PEREYRA

Adli tocca Ebosele in area, Sacchi dopo il VAR assegna rigore all'Udinese: da esso, Pereyra spiazza Maignan centralmente

25' MIRACOLO MAIGNAN

Corner, Success di testa, Maignan para di palmo destro

45' PER POCO NON E' PARI

Cross di Leao, schiaccia Giroud, Silvestri salva in volo

45+4' SILVESTRI SALVA LA VITTORIA

Destro di prima di Florenzi da fuori area, salta e salva ancora Silvestri

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page