top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Torres, chiusa l'era Greco: primo passo verso una rivoluzione?

SERIE C - L'ESONERO



Dopo le cadute di Fermo e Sassari (con l'Entella), Abinsula esonera il romano, non ancora deciso il sostituto


SASSARI

Di GIANLUCA SCANU @GianlucaScanu


Come volevasi dimostrare, le avversarie Fermana ed Entella sono state decisive per il Natale della Torres. Due sconfitte pesanti, precedute da un pari col Gubbio che, se al momento di quel triplice fischio sembrava una prova di forza, oggi pesa tantissimo. Rossoblù a soli 2 punti dalla zona spareggio retrocessione, quando un mese fa era solo a -3 dalla zona promozione, e prossimi ad affrontare un San Donato Tavernelle che, nella buona o cattiva sorte, sarà decisivo per questa stagione.

L'unica soluzione è una rivoluzione, e si è deciso di partire dal ct Greco, ormai da tempo inviso alla tifoseria e incapace di contribuire alla causa, nonché in probabile dissidio con lo spogliatoio. Senza sostituto (anche se nell'aria gira voce di un possibile arrivo di Marchionni) e senza ma, il primo passo è stato compiuto. Vedremo chi sarà il prossimo a dover lasciare il Vanni Sanna.


Il comunicato. "La Torres Sassari comunica di aver interrotto il rapporto con il tecnico Alfonso Greco, arrivato a Sassari la scorsa stagione di serie D, finalista di Coppa Italia, vincitore dei playoff di quarta serie e quindi ripescato per meriti societari e sportivi insieme al team rossoblù alla ribalta della serie D. All’allenatore, reduce da un intero girone di andata (+1 giornata) trascorso al timone della Torres va il più sincero ringraziamento per essere stato parte di questa storica e importante pagina di vita della società che ha ricollocato Sassari e il club fra i professionisti." Così, a mezzogiorno il messaggio di liquidazione del ct romano dalla squadra, dopo che la terra intorno a lui era diventata lava, tramutata in ciò dalla rabbia dei tifosi dopo le troppe occasioni perse e da uno spogliatoio che, probabilmente, aveva smesso di credere in lui.


Focus

IL BILANCIO DI GRECO

2 anni da ct della Torres

54 partite da ct 22 vittorie (18 in Serie D 2021-2022, 4 in Serie C-Girone B 2022-2023) 1 finale di Coppa Italia Serie D 1 promozione in Serie C (tramite playoff)


Suggestioni e problemi. Ma nell'aria, nel pomeriggio, si è fatta voce di un possibile sostituto. Solo possibile, ancora non è certo al 100%, ma il nome di Marco Marchionni potrebbe essere il futuro prossimo dei sardi. Un buon ct, reduce di una carriera da giocatore con le maglie di Juventus (nella stagione post-Calciopoli), Parma e Fiorentina, nonché di dimissioni col Novara dopo la vittoria della scorsa Serie D. In alternativa, spazio a Petrone, ex Pisa e Rimini, e Riolfo, reduce di espeienze a Fermo, Pistoia e Carpi.

Ma il problema più grande, attualmente, non sembra essere l'allenatore. Se manca un bomber, o almeno qualcuno che segni, come si fa a vincere, o almeno a dare segnali che sotto rete la Torres c'è? Ce lo potrebbero dire Scotto e Sanat, lungodegenti da tempo. E come si fa a evitare la frittata, se i difensori non sono all'altezza? A questo potrebbe pensarci la società, vendendo chi non è adatto. C'è da giurarci.

Il casting

OPZIONE 1 Marco Marchionni Una qualificazione ai play off di Serie C-Girone C 2020-2021 (Foggia(eliminato al secondo turno)) Winner Serie D 2021-2022 (Novara) OPZIONE 2 Mario Petrone 9 panchine in carriera (Calangianus, Tempio, Sanluri, Nuorese, Pisa, Rimini, Catania, Real Sociedad, Santa Rita) OPZIONE 3 Giancarlo Riolfo 4 panchine (Sassari Torres, Pistoiese, Carpi, Fermana) 1 salvezza in Serie D 2018-2019 (Torres(winner play out))


4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page