top of page
  • Immagine del redattoreGIANLUCA SCANU

Un altro lutto colpisce il calcio: addio Pelè, la leggenda brasiliana stava male da tempo

CALCIO - IL LUTTO



Il re del calcio aveva 82 anni: la scomparsa sconvolge tutti gli appassionati di calcio, dopo Maradona se ne va il tre volte campione del mondo col Brasile. Anche noi ci uniamo al lutto, esprimendo la nostra vicinanza alla sua famiglia


Dalla redazione

Di GIANLUCA SCANU


Chiunque sia appassionato di calcio, o anche solo di sport, stasera sarà sotto shock. Due anni, un mese e un giorno fa ci lasciava Diego Armando Maradona, e iniziava il peggioramento delle condizioni di Pelé. Stasera, dopo che da giorni continuava a combattere contro le disfunzioni ai reni e al colon, non ce l'ha fatta.

O' Rei ci lascia all'età di 82 anni, dopo aver conquistato tre mondiali ed essendo stato il primo numero 10 per eccellenza, fino all'arrivo di Maradona. Già, con quel Maradona cui ci si chiede chi dei due sia stato il più forte. Una risposta che non arriverà mai, ma una certezza c'è: ora i due s'incontreranno e vivranno per sempre insieme, lassù, vegliando su tutti gli appassionati di calcio e di sport in generale.


Club. Solo due club, in tutta la sua carriera, escludendo il Bauru dove si fece le ossa da ragazzo: Santos e Cosmos. Iniziò la carriera nel primo, notato dal nazionale (negli anni 30) Walter De Brito, ove vi conquistò 10 campionati Paulista (4, 2 e 3 di fila), 4 tornei Rio-San Paolo, e un Torneo Roberto Gomes Pedrosa quali campionati statali; ma in 10 anni di militanza al Santos ha anche conquistato 6 campionati brasiliani, 5 Taça Brasil di fila, due Copa Libertadores e Coppe Intercontinentali, nonché la prima edizione dei Campionati Intercontinentali. Meno fortuna con gli statunitensi del Cosmos, ove vi conquistò un campionato NASL prima di chiudere la carriera.


La carriera di O Rei in 4 fotogrammi:

  1. Un giovanissimo Pelé con la maglia del Bauru, la sua città

  2. Un'azione al Santos, la squadra di club che lo farà conoscere al calcio statale e internazionale

  3. e 4. Le finali del 1958 e del 1970, che lo consacreranno quale re del calcio

Selecao. Ma la maggior notorietà la conquisterà con la maglia del Brasile: è il 25 giugno del 1958, e O Rei scende in campo all'età di 17 anni e 249 giorni, essendo il più giovane calciatore a giocare una finale mondiale, peraltro nella magica finale con la Svezia dove, segnando una doppietta, portò a casa la sua prima coppa del Mondo. Prima, però, farà in tempo a segnare altri 4 gol, che uniti alla doppietta menzionata poc'anzi portano a 6 il totale al suo primo mondiale. Da lì in poi diventerà un punto di riferimento per la Nazionale Brasiliana, con la quale conquista altre due Coppe, diventando Tesoro Nazionale e Patrimonio storico-sportivo dell'umanità. Calciatore del secolo per la FIFA, ha ricevuto il Pallone d'oro FIFA quale premio d'onore nel 2013.


Vedi anche

L'omaggio dei grandi del calcio: da Zidane a Ronaldo, passando per i campioni contemporanei Messi e CR7 Il nostro editoriale: un uomo, che ha militato per la voglia di giocare e non per i soldi, che ha lasciato un'eredità di esempio e sportività, insomma un qualcosa che molti dovrebbero imparare Juve, Inter, Real Madrid, Manchester United: storie incrociate, ma O Rei mai andato in Europa. Ecco perché


Numeri. E poi ci sono da contare i vari record: dal gol contro la Svezia della finale 1958, il più grande gol della storia delle finali della Coppa del Mondo, alle statistiche che recitano: 1281 gol in 1363 partite, di cui 757 in 816 incontri ufficiali. In questi, da ricordarne 30 finiti con 4 gol, seguiti da 92 triplette e 6 poker. In tutte queste partite, conduce la sua nazionale a 66 vittorie, a fronte di 14 pareggi e 11 sconfitte, e inventa la mossa del drible de vaca, con cui lasciava passare il pallone da una parte del portiere e si lanciava su quello opposto. Ma il gol più bello, su cui anche Messi e CR7 dovrebbero inchinarsi, resta quello della finale contro la Svezia, con un balzo che lo consacrerà in eterno in un paese che da sempre respira calcio.



29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page